Aprire le menti e migliorare le vite nella regione di frontiera fra Italia e Austria

Diversity4Kids migliora il benessere di residenti e immigrati combattendo la discriminazione e il razzismo attraverso tecniche ludiche. Questo progetto, rivolto ad alunni fra gli 8 e i 14 anni, promuove la tolleranza e prepara i giovani a vivere in una società diversificata.

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  
Il progetto Diversity4Kids promuove la tolleranza e prepara i giovani a vivere in una società diversificata. Il progetto Diversity4Kids promuove la tolleranza e prepara i giovani a vivere in una società diversificata.

" Diversity4Kids contribuisce a sensibilizzare gli alunni fra gli 8 e i 14 anni sulla coesistenza positiva quale fondamento per un fruttuoso sviluppo sociale, economico e culturale. "

Armin Brugger, responsabile del progetto presso ZeMiT

La recente crisi delle migrazioni è una realtà vissuta dai bambini di tutta Europa, poiché un numero sempre maggiore di classi è composto da studenti di nazionalità e background culturali diversi. Il momento migliore per promuovere l’accettazione, la tolleranza e la comprensione è quando i bambini sono aperti a nuove esperienze, percependo la diversità come un’occasione di crescita e come un vantaggio personale e sociale.

Ed è proprio questo che il progetto «Diversity4Kids: Imparare il dialogo interculturale e la diversità nelle scuole in modo ludico, interattivo e narrativo» realizza, incoraggiando l’apertura interculturale fra i bambini al fine di promuovere la coesistenza positiva nelle scuole e nelle successive fasi della vita. Il Fondo europeo per lo sviluppo regionale ha investito 202 155 EUR nel progetto, che ha coinvolto più di 1 800 alunni e 100 insegnanti e che continuerà a farlo nei prossimi anni.

Giochi che incoraggiano il dialogo interculturale

Il progetto, che riguarda la regione Tirolo-Alto Adige-Trentino, consiste in diverse attività e laboratori, con l’organizzazione di circa 100 eventi nella regione transfrontaliera. Nelle scuole, la tolleranza e il rispetto vengono insegnati usando giochi di ruolo, improvvisazione teatrale, laboratori biografici e metodi narrativi di raccontare le storie, tenendo in considerazione l’importanza dei giochi e del divertimento come parte sostanziale dello sviluppo emotivo, cognitivo e sociale dei bambini. Queste lezioni consentono ai bambini di aprirsi e conoscersi a vicenda e, allo stesso tempo, prevengono gli episodi di bullismo e razzismo. 

Metodi innovativi di insegnamento per i prossimi anni

Il progetto è iniziato con una fase di ricerca volta a individuare quali materiali didattici ancora mancavano nel sistema di istruzione per la fascia d’età 8-14 anni. I laboratori biografici, la scrittura creativa e la narrazione di storie bilingue (tedesco/turco e tedesco/italiano) sono nuovi metodi di formazione inclusi nel sistema. 

Inoltre, sono stati sviluppati 300 giochi per bambini, insieme a CD e brochure, che si possono trovare nelle scuole, nelle biblioteche e nei centri giovanili per diffondere le competenze in materia di migrazione e integrazione. I laboratori e le attività continuano a essere proposti e sono stati estesi anche ad altri paesi, insegnando ai bambini, ma anche agli educatori, come gestire potenziali conflitti nelle classi.

Investimento complessivo e finanziamento dell’UE

L’investimento complessivo per il progetto «Diversity4Kids: Imparare il dialogo interculturale e la diversità nelle scuole in modo ludico, interattivo e narrativo» è di 316 526 EUR, con un contributo da parte del Fondo europeo per lo sviluppo regionale dell’UE di 202 155 EUR attraverso il programma operativo «Italia-Austria» per il periodo 2007-2013.

Data proposta

07/09/2016