Diversity4Kids insegna in modo giocoso la diversità culturale agli alunni austriaci e italiani

Il progetto scolastico Diversity4Kids ha sviluppato e impiegato laboratori teatrali, giochi di ruolo, metodi biografici e la narrazione di storie per promuovere l’inclusione sociale e la convivenza rispettosa e tollerante.

Altri strumenti

 
Studenti impegnati in un lavoro di gruppo in un workshop Diversity4Kids. Studenti impegnati in un lavoro di gruppo in un workshop Diversity4Kids.

" Abbiamo ricevuto molti feedback positivi dagli alunni e dagli insegnanti e abbiamo raddoppiato il numero di workshop. I bambini hanno partecipato con entusiasmo e hanno dimostrato che il nostro approccio per imparare la diversità giocando può essere divertente e un metodo che dà ottimi risultati. "

Armin Brugger, responsabile di progetto

Nel corso del progetto 100 interventi in scuole austriache e italiane hanno raggiunto oltre 1 800 alunni, trasmettendo loro conoscenze e apertura mentale sul dialogo interculturale e sulla diversità. Il materiale didattico appena sviluppato è stato raccolto nel kit Diversity4Kids, di cui sono stati distribuiti 500 esemplari a scuole, biblioteche e centri giovanili per sensibilizzare i bambini tra gli 8 e i 14 anni di età ai temi dell’esclusione e della diversità.

Con tali attività della durata di due ore, il progetto si è proposto di migliorare la vita quotidiana nelle scuole e di evitare il verificarsi di comportamenti mobbizzanti, discriminatori e xenofobi. Al contempo il progetto si è rivolto agli insegnanti per consolidarne le competenze di gestione dei conflitti interculturali. Ne è risultato un miglioramento della qualità di vita di diversi gruppi, dentro e fuori le scuole.

Imparare giocando

Il gioco rappresenta una parte fondamentale dello sviluppo emotivo, cognitivo e sociale dei bambini e stimola sia la capacità di pensiero sia la sfera affettiva. Risulta, pertanto, particolarmente idoneo a indurre i bambini con background differenti a essere più socievoli e simpatizzare tra loro facilmente.

Il progetto Diversity4Kids ha sviluppato nuovo materiale didattico per gli insegnanti, tra cui il teatro dell’improvvisazione, un workshop biografico, un metodo di scrittura creativa e vari esercizi preparatori brevi per gruppi. Nell’ambito del progetto, inoltre, è stato organizzato un concorso di scrittura. Una giuria ha selezionato le 11 «Storie della diversità» più originali, che sono state tradotte in italiano e tedesco, stampate e registrate e infine distribuite nel kit Diversity4Kids.

Il dialogo interculturale come percorso verso il successo sociale ed economico

Il mondo di oggi sta diventando sempre più globalizzato e in molte regioni la presenza di persone con background culturali differenti è già un dato di fatto. Diversity4Kids considera un modo di vivere e imparare insieme positivo, basato sulla non discriminazione e sulla tolleranza come fondamento di uno sviluppo sociale, economico e culturale prospero. Trasmettendo tali valori ai bambini partecipanti, si propone di aiutarli a condurre una vita appagante in una società moderna ed eterogenea.


Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Diversity4Kids: imparare a scuola il dialogo interculturale e la diversità attraverso metodi ludici, interattivi e narrativi» ammonta a 320 881 EUR, di cui 202 155 EUR sono contributi del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) dell’Unione europea erogati attraverso il programma operativo «Italia-Austria” per il periodo di programmazione 2007-2013.


Data proposta

16/12/2014