Disegni creativi a supporto dell’espansione economica

Un’iniziativa transfrontaliera ha accresciuto la competitività delle PMI industriali tradizionali nell’area di confine Italia-Austria, adottando al contempo elevati standard ambientali e sociali.

Altri strumenti

 
Attività nel laboratorio colore e alcuni prototipi e studi realizzati. © Consorzio Innova FVG Attività nel laboratorio colore e alcuni prototipi e studi realizzati. © Consorzio Innova FVG

" Migliorando gli aspetti dell’ecodesign, i prodotti acquisiscono un notevole valore aggiunto allo scopo di migliorarne l’attrattività, in particolare per i consumatori premium. "

Günter Getzinger, Professore e Vicedirettore dell’Istituto di studi scientifici, tecnologici e sociali, Alpen-Adria-Universitaet Klagenfurt/Vienna/Graz

Per le imprese che affrontano il mercato globale, il design industriale rappresenta, in tutti i suoi aspetti, un fattore competitivo di crescente importanza. Il successo del prodotto è determinato da molteplici fattori, che spaziano dal prezzo all’assistenza, dalle caratteristiche tecniche alla pubblicità. Il design, inoltre, può attribuire al prodotto finale un elevato valore aggiunto sotto il profilo funzionale, come pure ridurre i costi di produzione e, di conseguenza, migliorare la competitività.

Con l’obiettivo di liberare il potenziale creativo e innovativo delle PMI che operano nei settori coltellerie, occhialerie e legno, il progetto «Desire» ha contribuito con ottimi risultati allo sviluppo da parte di tali settori di oggetti di design in linea con le attuali aspettative del mercato per il futuro.

Grazie a questa iniziativa che ha consentito lo scambio di esperienze e il trasferimento di tecnologie, le PMI partecipanti hanno acquisito conoscenze sulle più recenti innovazioni in fatto di design formale e creativo, nuovi prodotti, costruzione di modelli e prototipi, come pure di materiali e finiture. Sono stati sviluppati strumenti dinamici allo scopo di ottimizzare i costi di produzione e la gestione dei colori, pianificare i programmi e aggiornare i prodotti.

Design etico

Uno dei principali benefici ottenuti attraverso «Desire» è stato l’apertura di nuovi mercati per le PMI partecipanti. Una strategia aziendale solida e una strategia di comunicazione di marketing integrata combinate con la creatività degli imprenditori e la loro disponibilità alla cooperazione e all’innovazione hanno contribuito, nell’insieme, a trasformare tale ambizione in realtà.

Il progetto «Desire» è andato oltre l’obiettivo del successo commerciale, adottando volontariamente standard sociali e ambientali più severi rispetto a quelli obbligatori per legge. Il modello di attività imprenditoriale, pertanto, non solo si concilia con le opportunità offerte dalla globalizzazione, ma lo fa in un contesto di maggiore compatibilità sociale, etica e ambientale.


Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Desire - Il design del futuro» ammonta a 997 782 EUR, di cui 714 764 EUR sono contributi del Fondo europeo di sviluppo regionale dell’Unione europea erogati attraverso il programma operativo «INTERREG IV Italia-Austria» per il periodo di programmazione 2007-2013.


Data proposta

02/11/2015