Reti di trasporto e reti energetiche

Gli investimenti in servizi e infrastrutture di trasporto beneficiano direttamente cittadini e imprese. Mobilità intelligente, trasporto multimodale, trasporto pulito e mobilità urbana rappresentano priorità specifiche della politica di coesione per il periodo di finanziamento 2014-2020. La politica di coesione, inoltre, sostiene gli investimenti in infrastrutture per sistemi intelligenti di distribuzione, immagazzinamento e trasmissione dell’energia (in particolar modo nelle regioni in ritardo di sviluppo).

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Trasporto sostenibile e mobilità

La promozione del trasporto sostenibile e la rimozione dei nodi di congestione nelle principali infrastrutture di trasporto costituiscono uno degli undici obiettivi tematici della politica di coesione per il periodo 2014-2020.  Il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e il Fondo di coesione forniscono sostegno ai fini del cofinanziamento dell’Unione europea a progetti collegati alle seguenti priorità di investimento rientranti nell’obiettivo tematico 7:

  • sostenere uno spazio unico europeo dei trasporti multimodale investendo nelle reti transeuropee di trasporti (TEN-T)
  • incrementare la mobilità regionale collegando i nodi secondari e terziari all’infrastruttura TEN-T, compresi i nodi multimodali (solo FESR)
  • sviluppare e migliorare i sistemi di trasporto ecocompatibili (compresi quelli a bassa rumorosità) e a bassa emissione di carbonio, tra cui trasporto su idrovie interne e trasporto marittimo, porti, collegamenti multimodali e infrastrutture aeroportuali, al fine di promuovere la mobilità sostenibile, regionale e locale
  • sviluppare e riqualificare le reti ferroviarie estese, di alta qualità e interoperabili e promuovere le misure di riduzione dell’inquinamento acustico.

È possibile, inoltre, ricevere il sostegno dell’Unione europea per gli investimenti in trasporto a bassa emissione di carbonio nell’ambito dell’obiettivo tematico finalizzato a sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori, specialmente per promuovere la mobilità urbana multimodale sostenibile (obiettivo tematico 4).

Al fine di garantire che tali investimenti producano il massimo impatto, per il periodo 2014-2020 particolare importanza viene attribuita all’esigenza di assicurare un ambiente strategico efficace (compresa l’adozione da parte degli Stati membri di un «piano globale di trasporto» che mostri il modo in cui i progetti contribuiranno allo sviluppo di uno spazio unico europeo dei trasporti e alle reti transeuropee di trasporti). 

Infrastrutture e interconnessioni energetiche

Gli investimenti in infrastrutture per i sistemi intelligenti di distribuzione, immagazzinamento e trasmissione dell’energia sono contemplati anche dagli obiettivi tematici della politica di coesione per il periodo 2014-2020. Il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) fornisce sostegno ai fini del cofinanziamento dell’Unione europea a progetti, principalmente nelle regioni in ritardo di sviluppo, collegati alle seguenti priorità di investimento rientranti nell’obiettivo tematico 7:

  • migliorare l’efficienza energetica e la sicurezza dell’approvvigionamento mediante lo sviluppo di sistemi intelligenti di distribuzione, immagazzinamento e trasmissione dell’energia e mediante l’integrazione di generazione distribuita da fonti rinnovabili.

Gli investimenti possono riguardare progetti relativi tanto all’energia elettrica quanto al gas combustibile e dovrebbero contribuire allo sviluppo di sistemi intelligenti come pure integrare gli investimenti a sostegno della transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio. Quale requisito indispensabile per ottenere il sostegno, gli Stati membri devono attuare piani globali che descrivano le priorità nazionali relative alle infrastrutture energetiche, in linea con il terzo pacchetto di provvedimenti sul mercato interno dell’energia, che siano conformi al piano decennale di sviluppo delle reti per tutta l’Unione europea e prevedano un insieme realistico e ponderato di progetti per i quali è previsto il sostegno del FESR.

È possibile, inoltre, ricevere sostegno per gli investimenti in sistemi intelligenti di distribuzione dell’energia elettrica e per la distribuzione (e produzione) di energia rinnovabile nell’ambito dell’obiettivo tematico 4 (economia a basse emissioni di carbonio).


Per entrambi i suddetti investimenti in trasporto ed energia, il sostegno della politica di coesione dovrebbe essere pianificato in stretta collaborazione con il sostegno del «Meccanismo per collegare l’Europa» (MCE) e il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) al fine di garantire complementarità e collegamenti ottimali tra i diversi tipi di infrastruttura a livello locale, regionale, nazionale, macroregionale ed europeo.

Secondo le previsioni, le fonti private di finanziamento copriranno la maggior parte degli investimenti in tale settore, integrate da fonti pubbliche nei casi di deficit di finanziamento (funding gap). Il finanziamento pubblico non dovrebbe sostituire, ma integrare e potenziare l’investimento privato, in conformità alle norme in materia di aiuti di Stato.



Thematic Objective 7: Transport and energy networks by Country for 2014-2020

Breakdown Of The Available Funds By Thematic Objective By MS For 2014-2020