competitività delle PMI

Le piccole e medie imprese rivestono un’importanza cruciale per l’economia dell’UE e costituiscono oltre il 99 % delle imprese europee e i due terzi dei posti di lavoro del settore privato. Durante il ciclo 2014-2020, i Fondi strutturali e di investimento europei metteranno a disposizione degli Stati membri oltre 450 miliardi di EUR per finanziare gli investimenti volti a promuovere l’occupazione e la crescita.

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Il miglioramento della competitività delle PMI è uno degli 11 obiettivi tematici della politica di coesione per il periodo 2014-2020. Saranno effettuati ulteriori investimenti a favore delle PMI nel quadro di altri obiettivi tematici, in particolare per la ricerca e l’innovazione, l’economia a basse emissioni di carbonio e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. 57 miliardi di EUR, ovvero circa il 20 % degli aiuti stanziati attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), saranno espressamente destinati alle PMI. Inoltre, nel periodo di programmazione 2014-2020, l’accresciuto utilizzo di strumenti finanziari che consentono di mobilitare ulteriori risorse UE, nazionali e regionali dovrebbe apportare ulteriori vantaggi alle PMI.

Questi investimenti aiuteranno le PMI a:

  • accedere ai finanziamenti per gli investimenti attraverso sussidi, prestiti, garanzie sui prestiti, capitali di rischio, ecc.;
  • beneficiare del sostegno mirato alle imprese, riguardante ad esempio il know-how e le consulenze, le informazioni e le opportunità di networking, nonché i partenariati transfrontalieri;
  • migliorare il proprio accesso ai mercati globali e alle catene di valore internazionali;
  • sfruttare nuove opportunità di crescita, quali l’economia verde, il turismo sostenibile, i servizi sanitari e sociali, compresi l’ «economia d’argento» e le industrie creative e culturali;
  • investire nel capitale umano e nelle attività di organizzazione, provvedendo a una formazione professionale basata sulla pratica;
  • intensificare i collegamenti tra i centri di ricerca e le università, al fine di promuovere l’innovazione.

Le nuove misure e norme semplificate agevolano l’accesso delle PMI ai fondi della politica di coesione per il periodo 2014-2020. Tra di esse figurano:

  • l’attività di rendicontazione on-line relativa all’utilizzo dei fondi;
  • norme di ammissibilità più chiare;
  • audit più mirati e meno frequenti per operazioni di minore entità;
  • un ambito di applicazione più ampio e la semplificazione dell’organizzazione e dell’accesso agli strumenti finanziari.

I maggiori investimenti a favore delle PMI per il periodo 2014-2020 si baseranno sui risultati conseguiti dalla politica di coesione durante il ciclo di programmazione 2007-2013:

  • sostegno fornito a oltre 95 000 start-up;
  • oltre 300 000 posti di lavoro creati nelle PMI.

 

Thematic Objective: 3 SME competitiveness by Country for 2014-2020

Breakdown Of The Available Funds By Thematic Objective By MS For 2014-2020