Sviluppo rurale

Le aree prevalentemente rurali costituiscono metà dell’Europa e rappresentano circa il 20 % della popolazione. Eppure la maggior parte di esse rientra tra le regioni meno privilegiate dell’Unione europea, con un PIL pro capite sensibilmente inferiore alla media europea.

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Al fine di favorire la crescita delle regioni rurali e innalzare gli standard occupazionali e di vita, la politica di sviluppo rurale dell’Unione europea ha fissato tre obiettivi generali: il miglioramento della competitività dell’agricoltura, il conseguimento della gestione sostenibile delle risorse naturali e dell’azione climatica e lo sviluppo territoriale equilibrato delle aree rurali. La politica di coesione dell’Unione europea condivide tali obiettivi. Il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e il Fondo sociale europeo (FSE) operano, pertanto, a integrazione del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).