Priorità per il periodo 2014-2020

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Le novità del periodo 2014-2020

  • Maggiore concentrazione sui risultati: obiettivi chiari e misurabili per migliorare la responsabilità.
  • Semplificazione: un insieme di norme unico per cinque fondi.
  • Condizioni: introduzione di prerequisiti specifici da soddisfare prima della canalizzazione dei fondi.
  • Potenziamento della dimensione urbana e della lotta per l’inclusione sociale: destinazione di una quota minima del FESR a favore di progetti integrati nelle città e del FSE a sostegno delle comunità emarginate.
  • Collegamento alla riforma economica: la Commissione può sospendere i finanziamenti allo Stato membro che disattenda le norme di carattere economico dell’Unione europea.

Le priorità

La politica di coesione ha stabilito 11 obiettivi tematici a sostegno della crescita per il periodo 2014-2020.

  • Gli investimenti del FESR finanzieranno tutti gli 11 obiettivi, ma quelli da 1 a 4 costituiscono le principali priorità di investimento. 
  • Le principali priorità del FSE sono gli obiettivi da 8 a 11, ma il fondo finanzia anche quelli da 1 a 4.
  • Il Fondo di coesione finanzia gli obiettivi da 4 a 7 e 11.    

1. Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione

2. Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), nonché il loro utilizzo e qualità

3. Migliorare la competitività delle PMI

4. Sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio

5. Promuovere l’adattamento ai cambiamenti climatici e la prevenzione e la gestione dei rischi

6. Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’efficienza delle risorse

7. Promuovere il trasporto sostenibile e migliorare le infrastrutture di rete

8. Promuovere l’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori

9. Promuovere l’inclusione sociale e lottare contro la povertà e qualsiasi discriminazione

10. Investire in istruzione, formazione e apprendimento permanente

11. Migliorare l’efficienza della pubblica amministrazione