Interreg : European Territorial Co-operation

European Territorial Cooperation (ETC), better known as Interreg,  is one of the two goals of cohesion policy and provides a framework for the implementation of joint actions and policy exchanges between national, regional and local actors from different Member States. The overarching objective of European Territorial Cooperation (ETC) is to promote a harmonious economic, social and territorial development of the Union as a whole. Interreg is built around three strands of cooperation: cross-border (Interreg A), transnational (Interreg B) and interregional (Interreg C).
Five programming periods of Interreg have succeeded each other:
 INTERREG I (1990-1993) -  INTERREG II (1994-1999) - INTERREG III (2000-2006) - INTERREG IV (2007-2013) - INTERREG V (2014-2020)

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Notizie

    Il Settimo forum sulla coesione, che si terrà il 26 e il 27 giugno 2017 a Bruxelles, è un evento politico di ampia portata organizzato ogni tre anni, cui partecipano più di 700 persone tra cui rappresentanti di alto livello delle istituzioni europee, dei governi centrali, rappresentanti regionali e locali, partner economici e sociali, ONG e universitari. In apertura interverranno il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani,  e il primo ministro di Malta Joseph Muscat.

     L'evento includerà anche altri discorsi programmatici, tre dibattiti aperti e tre workshop paralleli su questioni cruciali concernenti il​futuro dell'Europa e dei Fondi strutturali e di investimento europei

    L'evento sarà la base da cui partire per la preparazione del quadro post-2020 relativo ai Fondi strutturali e di investimento europei. La politica di coesione deve riflettere sulla difficile sfida di un'economia europea più inclusiva, competitiva e resiliente e deve affrontare le questioni sollevate dal Libro bianco sul futuro dell'Europa  che tratta del valore aggiunto delle politiche dell'UE, della sussidiarietà e del divario tra promesse e risultati.

    Il forum offre un'opportunità unica che permetterà ai politici, ai soggetti interessati e ai professionisti di discutere di come le politiche dell'UE possano migliorare le condizioni di vita e le opportunità di tutti i cittadini europei, in un contesto di globalizzazione, cambiamento tecnologico e crescenti disuguaglianze. Darà la possibilità di formulare una risposta della politica di coesione alle principali sfide economiche e sociali dell'Unione europea e di migliorare il conseguimento dei risultati per i cittadini.

    Il Forum precederà l'adozione della settima relazione sulla coesione, in modo tale che le conclusioni del dibattito con i rappresentanti della società civile possano contribuire alla relazione.

    Conference Agenda 

     

    Live Webstreaming

    DAY 1 : 26/06/2017: English, French, German, Italian, Spanish, Polish, Romanian for all sessions and Bulgarian for workshop 1.

    DAY 2 : 27/06/2017: English, French, German, Italian, Spanish, and Polish

    Luoghi: Edificio Charlemagne, Bruxelles
    Date : 26-27/06/2017

    Seguici su Twitter: #EU7CF @EU_Regional

    Partecipazione solo su invito

    Programma della conferenza 

    Informazioni pratiche


    Per infoREGIO-B1-WORKSHOPS-AND-SEMINARS@ec.europa.eu

    L'evento sarà trasmesso in streaming.

    Settimo Forum sulla coesione

    L'ultimo numero della rivista Panorama è un'edizione speciale dedicata alla discussione sulla politica di coesione post-2020. Il Forum sulla coesione, che si svolgerà il 26-27 giugno a Bruxelles, sarà una tappa importante in questo processo. La politica di coesione deve riflettere sulla difficile sfida di un'economia europea più inclusiva, competitiva e resiliente e deve affrontare le questioni sollevate dal Libro bianco sul futuro dell'Europa, che tratta del valore aggiunto delle politiche dell'UE, della sussidiarietà e del divario tra promesse e risultati. La nostra rivista ha dato la parola a rappresentanti delle istituzioni dell'UE, dei governi nazionali, delle autorità regionali, di varie associazioni e università nel tentativo di tastare il polso dell'opinione pubblica sul futuro di questa politica chiave dell'UE. 

    Le strategie di specializzazione intelligente vengono citate più volte in questo numero; molti ne sottolineano l'importanza e vorrebbero che il concetto si sviluppasse ulteriormente. In attesa di conoscere i temi della Settimana europea delle regioni e delle città di quest'anno, vi proponiamo i principali risultati dell'ultimo sondaggio Eurobarometro sulla conoscenza e la percezione dei cittadini in materia di politica regionale e un'anteprima dei dati del PIL provenienti dalla settima relazione sulla coesione. Infine, pubblichiamo alcune testimonianze di giovani volontari che lavorano nel Corpo europeo di solidarietà.

    Panorama 61: Cohesion Policy looks to the future

    La nostra prima edizione del 2017 celebra un doppio anniversario: 10 anni fa la Bulgaria e la Romania sono diventate membri dell’UE, e da quel momento sono avvenuti molti cambiamenti. Panorama esamina più da vicino come l’adesione all’UE abbia giovato ai paesi e ai loro cittadini. La nostra rubrica di approfondimento si focalizza sulla Grecia occidentale, regione dalle grandissime potenzialità, sostenuta dalla politica di coesione mediante l’attuazione di una strategia a favore di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

    Una recente relazione rivela che i paesi devono collaborare per affrontare le sfide globali che non conoscono confini. Quattro strategie macroregionali stanno portando a risultati concreti, aiutando sia i paesi dell’UE che quelli extra UE a unire gli sforzi nelle questioni trasversali.

    La nostra intervista con il dott. Ian Borg, segretario parlamentare maltese per la presidenza dell’UE nel 2017 e per i fondi dell’UE, esamina come il paese stia gestendo la presidenza e beneficiando del sostegno della politica di coesione.

    C’è anche un articolo sulla semplificazione della valutazione dei progetti più importanti, oltre a una spiegazione di come la Polonia stia sfruttando al meglio le opportunità d’investimento fornite dai finanziamenti dell’UE.

    La rubrica «Con parole proprie» propone contributi da Danimarca, Estonia, Lettonia e dalla regione del Sud Egeo e un’altra rubrica punta l’obiettivo verso i progetti all’interno delle tre regioni del Belgio.

    Panorama 60: Bulgaria e Romania celebrano i loro 10 anni nell’UE

Altre notizie

Introduction

In 1990, Interreg was developed as a Community Initiative in with a budget of just EUR 1 billion covering exclusively cross-border cooperation. Later, Interreg has been extended to transnational and interregional cooperation. For 2014-2020 European territorial cooperation is one of the two goals of Cohesion Policy besides investment for Growth and Job.

Interreg evolution

The 25th anniversary of Interreg has been celebrated in 2015 with a variety of events around Europe. Over the years, Interreg has become the key instrument of the European Union to support cooperation between partners across borders. The aim: to tackle common challenges together and find shared solutions - whether in the field of health, research and education, transport or sustainable energy.

2014-2020 period – Interreg V

In accordance with the new design of the European Cohesion Policy 2014-2020 and the targets set out in Europe 2020, Interreg has significantly been reshaped to achieve greater impact and an even more effective use of the investments. Key elements of the 2014-2020 reform are:
-Concentration
-Simplification
-Results orientation
The fifth period of Interreg is based on 11 investment priorities laid down in the ERDF Regulation contributing to the delivery of the Europe 2020 strategy for smart, sustainable and inclusive growth. At least, 80% of the budget for each cooperation programme has to concentrate on a maximum of 4 thematic objectives among the eleven EU priorities:

11 priorities

The fifth programming period of Interreg has a budget of EUR 10.1 billion invested in over 100 cooperation programmes between regions and territorial, social and economic partners. This budget also includes the ERDF allocation for Member States to participate in EU external border cooperation programmes supported by other instruments (Instrument for Pre-Accession and European Neighborhood Instrument).

Interreg Budget

Interreg and inter-regional cooperation 2014-2020: state of play - video recording of the briefing (07/05/2015)

2007-2013 period – Interreg IV

The forth programming period of Interreg had a total budget of EUR 8.7 billion (2, 5 % of the total 2007-13 allocation for cohesion policy). This budget includes the allocation for Member States to participate in EU external border cooperation programmes supported by other instruments (Instrument for Pre-Accession and European Neighborhood Instrument). The budget was distributed as follows:

  • 60 Cross-border – Interreg IV-A, along 38 internal EU borders. ERDF contribution: EUR 5.6 billion.
  • 13 Transnational – Interreg IV-B, covering larger areas of co-operation such as the Baltic Sea, Alpine and Mediterranean regions. ERDF contribution: EUR 1.8 billion.
  • The interregional co-operation programme (INTERREG IVC) and 3 networking programmes (Urbact II, Interact II and ESPON) cover all 28 Member States of the EU. They provide a framework for exchanging experience between regional and local bodies in different countries. ERDF contribution: EUR 445 million.

The European Grouping of Territorial Cooperation

Meetings & Events

Interreg Annual Meeting April 26-28 2017

Interreg Annual Meeting June 6-7 2016

Interreg Annual Meeting September 15 2015

Interreg Annual Meeting May 19-20 2014

European Territorial Cooperation Annual Meeting 2013

Annual meeting of cross-border programmes 2011

Publications

European Territorial Cooperation: building bridges between people