PON Legalità

Italia

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Programme description

Obiettivi principali

Il programma è cofinanziato dal FESR e dal FSE e si propone di (i) sostenere la pubblica amministrazione nella lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, (ii) accrescere la sicurezza nelle aree produttive e (iii) promuovere la diffusione della legalità. Questo programma operativo (PO) si rivolge alle regioni in ritardo di sviluppo italiane.

Il FESR si concentrerà sugli obiettivi tematici 2 (servizi digitali per la pubblica amministrazione), 3 (sicurezza per le aree di sviluppo economico) e 9 (risanamento dei beni confiscati). Il FSE integra gli obiettivi tematici del FESR e si concentrerà sugli obiettivi tematici 9 (inclusione sociale) e 11 (capacità amministrativa).

Priorità di finanziamento

Il programma sarà incentrato sulle seguenti priorità principali:

  1. coadiuvare la pubblica amministrazione nella lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata (68,07 milioni di EUR dal FESR, 24,03 %)
  2. rafforzare le condizioni di legalità in ambiti strategici per lo sviluppo economico (74,13 milioni di EUR dal FESR, 26,17 %)
  3. favorire l’inclusione sociale attraverso il risanamento dei beni confiscati (41,79 milioni di EUR dal FESR, 14,76 %)
  4. favorire l’inclusione sociale attraverso la legalità (50 milioni di EUR dal FSE, 17,65 %)
  5. migliorare la capacità della pubblica amministrazione di contrastare la corruzione e la criminalità organizzata (37,92 milioni di EUR dal FSE, 13,39 %)
  6. prestare assistenza tecnica (11,33 milioni di EUR dal FESR, 4 %).

Effetti previsti

  • 27 sistemi TIC per la prevenzione e la lotta alla corruzione nel settore degli appalti pubblici.
  • 1 sistema TIC per l’elaborazione dei dati per accedere al fondo a sostegno delle vittime dell’usura.
  • 4 banche dati per il monitoraggio dei sistemi produttivi così da monitorare gli illeciti penali.
  • Pubblicazione del 100% dei dati sui beni confiscati come dati aperti.
  • Monitoraggio di 10 aree produttive strategiche per prevenire gli illeciti penali.
  • Risanamento di 11 000 metri quadri di beni confiscati per misure di inclusione sociale e per l’integrazione di immigrati regolari e di richiedenti asilo.
  • Accesso all’occupazione, anche sotto forma di lavoro autonomo, per 5 085 migranti, partecipanti di origine straniera, minoranze (comprese le comunità emarginate).
  • Corsi di formazione per 64 339 dipendenti pubblici per contrastare criminalità e corruzione.
  • Aumento dal 23 al 35 % del tasso di partecipazione dei cittadini ad attività sul Web collegate alla società civile e all’elaborazione delle politiche.

Regions

  • Italy

Funds

  • Regional Development Fund (ERDF): 195,330,000.00 €
  • European Social Fund (ESF): 87,920,000.00 €

Thematic priorities

  • TA - Technical Assistance
  • TO11 - Better public administration
  • TO2 - Information and communication technologies
  • TO3 - SMEs competitiveness
  • TO9 - Social inclusion

Financial information

Total OP budget: 377,666,668.00 €

Total EU contribution: 283,250,000.00 €

CCI number: 2014IT16M2OP003