(Interreg V-A) IT-HR - Italy-Croatia

Territorial co-operation

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Programme description

Obiettivi principali

L’adesione della Croazia all’Unione europea ha dato spazio all’istituzione del primo programma di cooperazione transfrontaliera «Interreg V-A» tra Italia e Croazia, che sosterrà la cooperazione in tutto il mar Adriatico con l’obiettivo di aumentare la prosperità e incrementare il potenziale di crescita blu dell’area.

Attraverso partenariati transfrontalieri, il programma svilupperà le condizioni locali per innovare i settori dell’economia blu entro l’area di cooperazione. Inoltre, migliorerà il monitoraggio dei cambiamenti climatici e sosterrà l’attuazione di misure di adattamento. In tal modo, la sicurezza dell’area dai disastri naturali e antropici sarà maggiore con l’implementazione anche di sistemi informativi spaziali innovativi e comuni. Tali sistemi seguiranno l’interazione di tutte le componenti dell’ecosistema, comprese le attività umane che si ripercuotono sull’ambiente. Per garantire la sostenibilità ambientale, il programma migliorerà, inoltre, i servizi e i nodi di trasporto marittimo e costiero mediante investimenti nelle infrastrutture portuali e nei trasporti marittimi promuovendo così la multimodalità.

Il programma, infine, intende impiegare il patrimonio naturale e culturale quale elemento trainante di uno sviluppo territoriale sostenibile e più equilibrato integrando le aree rurali e garantendo una migliore distribuzione spaziale del flusso di visitatori.

Priorità di finanziamento

Il programma sarà incentrato sulle cinque priorità indicate di seguito.

  1. Innovazione blu

  2. Sicurezza e resilienza

  3. Patrimonio ambientale e culturale

  4. Trasporto marittimo

  5. Assistenza tecnica

Alcuni risultati attesi

  • Piattaforme, reti e piattaforme di sostegno nuove per migliorare il trasferimento delle conoscenze e la capitalizzazione dei risultati conseguiti nel settore dell’economia blu.

  • Creazione di catene logistiche transfrontaliere mediante investimenti in ricerca e innovazione.

  • Maggiore coordinamento dei piani di emergenza generale e preparazione ai rischi di inondazione, compreso il miglioramento dei sistemi esistenti di preallarme e di supporto alle decisioni.

  • Sviluppo di prodotti e servizi turistici transfrontalieri sostenibili.

  • Collegamento tra gli itinerari turistici meno frequentati e le mete più apprezzate per ridurre la pressione sulle principali località dell’area.

  • Sviluppo di strategie di cooperazione per la conservazione e la promozione del patrimonio naturale e culturale (anche mediante la riduzione della pressione umana e della stagionalità).

  • Sviluppo di modelli per il monitoraggio delle specie e sperimentazione di modelli di pesca sostenibili.

  • Attività pilota per l’implementazione di tecnologie di rilevamento dei rifiuti marini (radar, piattaforme sensore, gestione dei dati multispettrali, soluzioni per la prevenzione dei rifiuti marini).

  • Armonizzazione delle procedure amministrative e miglioramento del sistema di gestione della qualità dei porti per il trasporto merci e il trasporto passeggeri, dei collegamenti con i nodi interni e del sistema logistico integrato.

  • Sviluppo di un centro comune per il controllo del traffico navale per il monitoraggio delle imbarcazioni in circolazione nell’area e la salvaguardia dell’ambiente.

Regions

  • Croatia
    • Jadranska Hrvatska
  • Italy
    • Abruzzo
    • Molise
    • Puglia
    • Veneto
    • Friuli-Venezia Giulia
    • Emilia-Romagna
    • Marche

Funds

  • Regional Development Fund (ERDF): 201,357,220.00 €

Thematic priorities

  • TA - Technical Assistance
  • TO1 - Research and innovation
  • TO5 - Climate change and risk prevention
  • TO6 - Environment and resource efficiency
  • TO7 - Transport and energy networks

Financial information

Total OP budget: 236,890,849.00 €

Total EU contribution: 201,357,220.00 €

CCI number: 2014TC16RFCB042