Programma operativo 'sicurezza per lo sviluppo'

Programma inerente all'obiettivo 'convergenza', cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR)

Italia

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Il 17 agosto 2007, la Commissione europea ha approvato un programma operativo pluriregionale dal titolo «sicurezza per lo sviluppo» concernente le regioni Calabria, Campania, Puglie e Sicilia in Italia, per il periodo 2007-2013.

Il programma operativo rientra nell'obiettivo «convergenza», per un bilancio totale di circa 772 Mio EUR, a seguito dell'emendamento adottato il 10/02/2016. L'aiuto apportato dall'Unione europea (UE) ai sensi del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) ammonta a circa 579 Mio EUR, ciò che rappresenta circa il 2,0% dei contributi comunitari in Italia a titolo della politica di coesione 2007-2013.

1. Oggetto e finalità del programma

L'obiettivo globale del programma consiste:

  • nel migliorare le condizioni di sicurezza, di giustizia e di uguaglianza per i cittadini e le imprese, contribuendo quindi alla valorizzazione di territori caratterizzati dall'entità dei fenomeni criminali;
  • nell'accrescere il livello di fiducia in seno alla popolazione e tra gli operatori economici.

Questo obiettivo si iscrive nella linea del programma nazionale di riforma stabilito ai sensi della strategia di Lisbona.

Il programma mira al rafforzamento delle condizioni di sicurezza nelle quattro regioni interessate dell'Italia meridionale, allo scopo di aumentare la capacità di attrazione di questi territori. Il tema della sicurezza è legato a quello della diffusione della legalità come elementi primordiali delle politiche di sviluppo delle zone sfavorite.

2. Effetti scontati degli investimenti

L'obiettivo globale del programma è associato ad indicatori d'impatto quantificati che traducono gli effetti del programma:

  • la riduzione dell'indice della criminalità organizzata (dal 102 al 99 %);
  • la riduzione della percezione del rischio criminale da parte della popolazione (dal 36 al 31 %);
  • la creazione di 13 500 posti di lavoro.

3. Priorità

Il programma operativo si articola intorno a tre priorità:

Priorità 1: Sicurezza per la libertà economica e d'impresa [il 49,5 % circa dell'investimento complessivo]

Questa priorità si prefigge la protezione dei diritti fondamentali della popolazione, in particolare mediante l'abolizione degli ostacoli alla libera concorrenza derivanti dalle attività della criminalità organizzata, allo scopo di migliorare la qualità di vita e di eliminare gli ostacoli allo sviluppo delle regioni interessate.

Gli interventi previsti riguardano:

  • il controllo del territorio e la garanzia di libero utilizzo delle vie di comunicazione;
  • la protezione dell'ambiente;
  • la lotta contro le forme di concorrenza sleale;
  • la formazione degli operatori nel settore della sicurezza.

Priorità 2: Diffusione della legalità [il 46,5 % circa dell'investimento complessivo]

Questa priorità si prefigge la diffusione di migliori condizioni di legalità in vista, fra l'altro, di migliorare la capacità dei territori di attirare investimenti produttivi e flussi turistici. Particolare attenzione è rivolta al fenomeno dell'immigrazione.

Le azioni previste riguardano in particolare:

  • la lotta contro le forme di lavoro illegale;
  • la trasparenza degli appalti pubblici;
  • la lotta contro l'usura;
  • l'integrazione degli immigranti;
  • la gestione dei beni confiscati alla criminalità;
  • il miglioramento delle apparecchiature tecnologiche e la formazione degli operatori nel settore della sicurezza;
  • la diffusione della cultura della legalità.

Priorità 3: Assistenza tecnica [il 4,0 % circa dell'investimento complessivo]

Questa priorità mira al rafforzamento delle capacità tecniche delle autorità responsabili del programma allo scopo di consentire una gestione efficace nelle fasi di preparazione, di realizzazione, di sorveglianza, di verifica, di valutazione, d'informazione e di controllo degli interventi. Le azioni previste riguardano in particolare l'assistenza tecnica all'autorità di gestione del programma nonché le attività di valutazione, d'informazione e di comunicazione.

Informazioni tecniche e finanziarie

Programma operativo 'sicurezza per lo sviluppo'

Tipo d'intervento

Programma operativo

CCI

2007IT161PO007

Number of decision

Data di approvazione finale

17/08/2007

Ripartizione delle risorse per asse prioritario

Asse prioritario Investimenti UE Partecipazione pubblica nazionale Partecipazione pubblica totale
Sicurezza per la libertà economica e d'impresa 308 996 370 102 998 790 411 995 160
Diffusione della legalità 246 882 450 82 294 150 329 176 600
Assistenza tecnica 23 161 617 7 720 539 30 882 156
Totale 579 040 437 193 013 479 772 053 916