Programma operativo 'Mediterraneo'

Programma operativo di cooperazione transnazionale che rientra nell’obiettivo di Cooperazione territoriale europea, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR)

Regno Unito

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Il 20 dicembre 2007 la Commissione europea ha approvato un programma di cooperazione transnazionale che coinvolge Cipro, Francia, Regno Unito, Grecia, Italia, Malta, Portogallo, Slovenia, Spagna (+ IPA : HR, BA, ME, AL) per il periodo 2007-2013. Il programma “Mediterraneo” rientra nel quadro dell’obiettivo di Cooperazione territoriale europea e ha una dotazione complessiva di circa 256 Mio EUR. Il finanziamento comunitario tramite il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) ammonta a circa 193 Mio EUR pari a circa il 2,2 % dell’investimento complessivo dell’UE stanziato per l’obiettivo Cooperazione territoriale europea nell’ambito della politica di coesione per il 2007-13.

1. Obiettivi e finalità del programma

Il programma intende rafforzare l’economia della regione mediterranea per assicurare la crescita e l’occupazione nell’interesse delle generazioni future. Essa intende anche promuovere la coesione territoriale e intervenire a difesa della tutela dell’ambiente in una logica di sviluppo sostenibile.

2. Impatto previsto dell’investimento

Il programma operativo ha i seguenti obiettivi specifici:

  • disseminazione delle tecnologie innovative e del know-how;
  • rafforzamento della cooperazione strategica tra attori dello sviluppo economico e pubbliche amministrazioni;
  • protezione e valorizzazione delle risorse naturali e del patrimonio;
  • promozione dell’energia rinnovabile e miglioramento dell’efficienza energetica;
  • prevenzione dei rischi marittimi e rafforzamento della sicurezza marittima nel Mediterraneo e
  • miglioramento dell’accessibilità marittima e delle capacità di transito attraverso la multimodalità e l’intermodalità.

Il programma finanzierà inoltre progetti volti a prevenire e a combattere le catastrofi naturali. Gli investimenti saranno anche destinati a sostenere un uso migliore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) nelle aree remote e a rafforzare i legami culturali in tutto il territorio interessato. Il programma intende inoltre assicurare un migliore coordinamento delle politiche di sviluppo e il miglioramento della governance dei territori.

3. Priorità

Il programma operativo si articola nelle seguenti priorità:

Priorità 1: Rafforzamento delle capacità innovative [circa 30,0 % del finanziamento complessivo]

Le potenzialità tecnologiche, economiche e organizzative delle regioni del Mediterraneo devono essere valorizzate appieno per garantire un elevato livello di competitività, di sviluppo e di crescita negli anni a venire.

L’economia è caratterizzata da disparità regionali e gli operatori economici conducono le loro attività in modo estremamente frammentato. Il programma intende quindi incoraggiare il trasferimento di tecnologie e di know-how per rafforzare le sinergie e generare una massa critica tra questi operatori economici. Si promuoverà la diversificazione delle attività economiche nelle aree più povere della regione. Anche le piccole e medie imprese (PMI) dovrebbero rafforzare i loro legami internazionali grazie al sostegno del programma.

Priorità 2: Protezione dell’ambiente e promozione di uno sviluppo territoriale sostenibile [circa 34,0 % del finanziamento complessivo]

A causa delle caratteristiche geografiche diversificate il territorio oggetto del programma è esposto a un gran numero di pressioni ambientali che ne minacciano la biodiversità, l’habitat marino, le risorse acquatiche e l’eredità culturale. L’attività umana, come la pesca eccessiva e l’agricoltura intensiva, sono i principali colpevoli.

In risposta a questi fattori il programma finanzierà misure per proteggere l’ambiente e promuovere prassi di sviluppo sostenibile. Le organizzazioni responsabili dello sviluppo regionale, della pianificazione e i settori correlati dovrebbero cooperare per assicurare che le risorse naturali e il patrimonio del Mediterraneo siano gestiti, tutelati e sviluppati in modo responsabile.

Priorità 3: Miglioramento della mobilità e accessibilità territoriale [circa 20,0 % del finanziamento complessivo]

Alcune parti dei paesi del Mediterraneo – soprattutto le regioni isolate, le isole e le zone rurali – risentono di una scarsità di collegamenti tra di loro e con le regioni viciniori. Nel contempo, lo sviluppo economico, il turismo e l’aumento dei movimenti di beni e persone sottopongono a pressioni le zone costiere e le aree urbane del Mediterraneo come anche i principali corridoi di trasporto.

Questa priorità intende migliorare i collegamenti dei trasporti per incoraggiare la mobilità e le connessioni territoriali. Si dovranno usare in modo più efficace anche le TIC per collegare le zone remote al resto della società. La valorizzazione delle nuove tecnologie migliorerà anche la resa economica, finanziaria e amministrativa dell’intera regione.

Priorità 4: Promozione di uno sviluppo policentrico e integrato [circa 10,0 % del finanziamento complessivo]

I principali centri urbani coperti dal programma vantano livelli elevati di competitività, un elevato prodotto interno lordo (PIL) pro capite e una notevole capacità scientifica. Queste aree presentano una concentrazione di ricchezza e livelli di servizi in forte contrasto con quelli del loro retroterra rurale. Il programma intende rafforzare i legami tra le aree urbane e le zone rurali e si prefigge di migliorare la governance in relazione a tutta una serie di tematiche di sviluppo. Queste attività contribuiranno a promuovere la competitività e ad assicurare che le disparità territoriali non si allarghino ulteriormente.

Il programma promuoverà inoltre iniziative volte a valorizzare l'identità e la cultura della regione mediterranea innanzi alle sfide della globalizzazione economica e della competizione internazionale.

Priorità 5: Assistenza tecnica [circa 6,0 % del finanziamento complessivo]

Verrà predisposta un’assistenza tecnica per coadiuvare l'attuazione del programma.

Informazioni tecniche e finanziarie

Programma operativo 'Mediterraneo'

Tipo d'intervento

Programma operativo

CCI

2007CB163PO045

Number of decision

C/2007/6578

Data di approvazione finale

20/12/2007

Ripartizione delle risorse per asse prioritario

Asse prioritario Investimenti UE Partecipazione pubblica nazionale Partecipazione pubblica totale
Rafforzamento delle capacità innovative 57 957 399 19 009 318 76 966 717
Protezione dell’ambiente e promozione di uno sviluppo territoriale sostenibile 65 685 053 21 543 894 87 228 946
Miglioramento della mobilità e accessibilità territoriale 38 638 266 12 672 879 51 311 145
Promozione di uno sviluppo policentrico e integrato 19 319 133 6 336 439 25 655 572
Assistenza tecnica 11 591 480 3 863 827 15 455 306
Totale 193 191 331 63 426 357 256 617 686