Programma operativo 'Italia - France maritime'

Programma che rientra nell’obiettivo Cooperazione territoriale europea cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR)

Italia

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  

Il 16 novembre 2007 la Commissione europea ha approvato il «Programma operativo di cooperazione transfrontaliera: Italia - France maritime» d’intervento comunitario finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) a titolo dell'obiettivo Cooperazione territoriale europea in Italia e France maritime. Il costo complessivo del programma ammonta a circa 162 Mio EUR. L'importo massimo del contributo del FESR al programma operativo ammonta a 122 Mio EUR pari a circa l'1,4 % dell'investimento complessivo dell'UE a titolo dell'obiettivo Cooperazione territoriale europea.

Questo programma interessa le province di Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia-Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia-Iglesias, Imperia, Savona, Genova, La Spezia, Massa-Carrara, Lucca, Pisa, Livorno, Grosseto, Corse du Sud e Haute Corse lungo la frontiera marittima tra la Francia e l'Italia. L'insieme della zona interessata dalla cooperazione è caratterizzata da diversità notevoli sia dal punto di vista delle dimensioni del territorio che della densità della popolazione.

Il programma copre una superficie complessiva di 49 269 km2 di cui 40 588 km2 sul territorio italiano. La popolazione interessata è di 5 036 977 abitanti di cui 271 856 in Corsica. Il tasso di disoccupazione nella zona in oggetto è del 9,8 % tenendo conto del fatto che la Sardegna ha un tasso di disoccupazione di più del 16 %. La media del PIL è del 100,5 % rispetto al 107,9% in Italia e al 111,4% in Francia.

1. Obiettivo e finalità del programma

La strategia di cooperazione transfrontaliera mira a migliorare la cooperazione tra le zone frontaliere negli ambiti dell'accessibilità, dell'innovazione, della valorizzazione delle risorse naturali e culturali, l'integrazione delle infrastrutture e dei servizi al fine di accrescere la competitività in una dimensione mediterranea, sud europea e mondiale. Questa strategia si prefigge anche di assicurare la coesione territoriale e di favorire l'occupazione e lo sviluppo sostenibile.

Si farà uno sforzo particolare per migliorare le telecomunicazioni nelle zone montane o periferiche della regione al fine di rafforzare la società dell'informazione.

2. Effetti previsti degli investimenti

La realizzazione di questo programma consentirà di migliorare l'accesso alle reti, rafforzare lo sviluppo congiunto dell'innovazione e lo spirito imprenditoriale nonché promuovere la protezione, la gestione e la valorizzazione comuni delle risorse naturali e culturali. Il programma svilupperà inoltre la collaborazione e favorirà la creazione di reti per migliorare l'accesso ai servizi pubblici.

3. Priorità

Il programma operativo si articola in cinque priorità:

Priorità 1: Accessibilità [circa 30 % dell’investimento complessivo]

Questa priorità intende migliorare l'accesso alle reti materiali e immateriali e ai servizi dei trasporti per pervenire a un'integrazione di tali reti e renderle competitive, in particolare in un'ottica di sviluppo delle reti di trasporto transeuropee (RTE) e delle autostrade del mare.

Priorità 2: Innovazione e competitività [circa 20 % dell’investimento complessivo]

Questa priorità intende favorire lo sviluppo comune dell'innovazione e dell'imprenditorialità. L'obiettivo è di accrescere la competitività delle piccole e medie imprese (PMI), dell'industria, dell'agricoltura, dell'artigianato, del turismo e del commercio transfrontaliero affinché questa zona transfrontaliera sviluppi una propria dinamica competitiva in un'ottica più ampia, mediterranea ed europea.

Priorità 3: Risorse naturali e culturali [circa 30 % dell’investimento complessivo]

Questa priorità si prefigge la tutela, la gestione e la valorizzazione comuni delle risorse naturali e culturali nonché la prevenzione dei rischi naturali e tecnologici al fine di attuare un programma comune in materia di sviluppo sostenibile e di promozione culturale dello spazio di cooperazione.

Priorità 4: Integrazione delle risorse e dei servizi [circa 14 % dell’investimento complessivo]

Questa priorità ha l'obiettivo di sviluppare la collaborazione e di favorire la creazione di reti per migliorare l'accesso ai servizi pubblici «funzioni rare», segnatamente nei seguenti settori:

  • salute;
  • cultura;
  • turismo;
  • qualità della vita;
  • istruzione.

Essa consentirà anche di rafforzare i legami tra le aree urbane e le zone rurali per contribuire alla coesione territoriale.

Priorità 5: Assistenza tecnica [circa 6 % dell’investimento complessivo]

Quest'ultima priorità serve a fornire un sostegno per l'attuazione di un sistema di gestione, di follow up e di controllo efficace finalizzato alla valutazione del programma e dei progetti nonché per assicurare le attività di comunicazione e di pubblicità del programma.

Informazioni tecniche e finanziarie

Programma operativo 'Italia - France maritime'

Tipo d'intervento

Programma operativo

CCI

2007CB163PO033

Number of decision

C/2007/5489

Data di approvazione finale

16/11/2007

Ripartizione delle risorse per asse prioritario

Asse prioritario Investimenti UE Partecipazione pubblica nazionale Partecipazione pubblica totale
Accessibilità e reti di comunicazione 36 444 680 12 148 227 48 592 907
Innovazione e competitività 24 296 453 8 098 818 32 395 271
Risorse naturali e culturali 36 444 680 12 148 227 48 592 907
Integrazione delle risorse e dei servizi 17 007 516 5 669 172 22 676 688
Assistenza tecnica 7 288 936 2 429 645 9 718 581
Totale 121 482 265 40 494 089 161 976 354