Navigation path

Additional tools

10 domande sulla politica di coesione

Risposta

9. Come si effettuano i controlli sui progetti e com’è organizzata la lotta contro le frodi?

Gli Stati membri e le regioni devono soddisfare una serie di criteri di base prima che un progetto riceva anche solo un euro dai fondi strutturali e dal Fondo di coesione. Per ogni programma regionale o nazionale occorre designare tre autorità:

  1. l’autorità di gestione verifica che siano rispettate le condizioni per la concessione delle sovvenzioni ed effettua controlli regolari per determinare i progressi e l’esattezza delle spese previste;
  2. l’autorità di certificazione presenta periodicamente alla Commissione i rendiconti di spesa e le domande di pagamento, verifica che le domande di rimborso siano esatte e che derivino da sistemi contabili affidabili e conformi alle norme nazionali ed europee in vigore;
  3. l’autorità di controllo realizza verifiche dei sistemi ed esamina i progetti, segnala all’autorità di gestione e all’autorità di certificazione i punti deboli constatati e le irregolarità individuate nelle spese.

I servizi di controllo della Commissione europea esercitano una funzione di sorveglianza e possono realizzare verifiche in qualsiasi momento. Quando si rilevano carenze notevoli, la Commissione e gli Stati membri concordano dei piani d’azione per porvi rimedio. Se lo Stato interessato non adotta rapidamente delle misure correttive, la Commissione può interrompere o sospendere i pagamenti. La Commissione tiene anche conto delle verifiche della Corte dei conti europea e delle indagini dell’Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF).

Politica regionale UE: Informazioni
Mezzi di comunicazione sociale