IMPORTANTE AVVERTENZA LEGALE: Le informazioni contenute in questo sito formano oggetto di unaclausola di esclusione di responsabilitàe di una dichiarazione sui diritti d'autore
  Europa Commissione > Politica regionale


Newsroom Newsroom Commissario Dibattito Temi Direzione Generale

 
La politica regionale e...
 
I trasporti
L'ambiente
La ricerca e l'innovazione
La società dell'informazion
Le imprese
L'occupazione
La pesca
L'agricoltura
Il turismo e la cultura
La concorrenza
L'assetto territoriale
L'allargamento
L'ambito urbano
La pace
Le regioni ultraperiferiche
  menu_bottom
Glossario | Ricerca | Per contattarci | Mailing lists
 

Interventi strutturali in ambito urbano

La maggior parte dei cittadini europei vive in aree urbane. Sebbene le città siano centri di sviluppo economico, in esse possono concentrarsi gravi problemi sociali, ambientali ed economici. L'Iniziativa comunitaria URBAN è uno strumento della politica di coesione dell'Unione europea finalizzato alla riqualificazione delle zone e dei quartieri urbani in crisi.

Nella seconda fase dell'Iniziativa URBAN ("URBAN II") sono stati attuati nell'Unione europea 70 programmi che hanno interessato circa 2,2 milioni di abitanti. Le zone in questione sono sovente caratterizzate da una situazione di grave declino e da problematiche specifiche. Ad esempio, il tasso di disoccupazione e l'indice di criminalità medi riscontrati nelle zone URBAN II sono pari a circa il doppio della media comunitaria. Inoltre, la percentuale di immigrati è superiore al doppio della media urbana dell'Unione europea, mentre la proporzione di aree verdi, un indicatore della qualità dell'ambiente e dei servizi, raggiunge appena il 50% della media delle città dell'UE.

Nel periodo 2001-2006 l'Unione europea investirà in queste zone oltre 728 milioni di euro provenienti dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), cui si aggiungeranno cofinanziamenti locali e nazionali, compresa la partecipazione del settore privato, per una dotazione complessiva di 1,6 miliardi di euro. I finanziamenti interesseranno prevalentemente la riqualificazione delle infrastrutture e dell'ambiente, l'integrazione sociale, la formazione, l'imprenditorialità e l'occupazione.

Una peculiarità dell'iniziativa URBAN è la forte partecipazione del livello locale. Nella maggior parte dei casi, l'attuazione quotidiana delle misure è di competenza degli enti locali. Questi ultimi, assistiti da gruppi della collettività locale, operano di concerto con le autorità nazionali e regionali e la Commissione europea. Particolarmente rilevante è anche la futura creazione di una rete di programmi URBAN II (denominata "URBACT") per lo scambio di informazioni ed esperienze sullo sviluppo urbano sostenibile nell'Unione europea.

 

6 dicembre 2005: Consultazione pubblica sullo sviluppo urbano e le comunità sostenibili “Politica di coesione e città: il contributo delle aree urbane alla crescita e all’occupazione nelle regioni”

Per maggiori informazioni:

Reti urbane:

Per comprendere la politica regionale:

Per maggiori informazioni:


 

Last modified on