Ingegneria finanziaria

Sono stati sviluppati vari strumenti e diverse iniziative per garantire un impiego il più efficiente e sostenibile possibile dei fondi strutturali e di coesione nel periodo 2007-13. Queste iniziative raggruppano le competenze acquisite nel settore dell'ingegneria finanziaria e assicurano che gli investimenti rimangano produttivi e contribuiscano allo sviluppo a lungo termine delle regioni.

Una sana gestione finanziaria della politica di coesione può migliorare l'impatto degli investimenti pubblici. La Commissione europea ha messo a punto a tal fine una serie di strumenti insieme alla Banca europea per gli investimenti (BEI), la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo  (BERS) e la Banca di sviluppo del Consiglio d'Europa (CEB). Questi aiutano gli Stati membri e le regioni ad attuare i piani di ingegneria finanziaria.

  • JEREMIE (Joint European Resources for Micro to Medium Enterprises - Risorse europee comuni per le micro e medie imprese) è un'iniziativa promossa dalla Commissione europea, la BEI e il Fondo europeo per gli investimenti  (FEI) per migliorare l'accesso ai finanziamenti da parte delle piccole e medie imprese (PMI). Gli strumenti utilizzati, tra cui partecipazioni azionarie, capitale di rischio, garanzie, prestiti e assistenza tecnica, generano un effetto moltiplicatore sui fondi UE impiegando prodotti finanziari rotativi al posto delle sovvenzioni. Il FEI e le amministrazioni nazionali e regionali elaborano piani personalizzati per le PMI di tutti i settori. JEREMIE dovrebbe contribuire in maniera significativa a migliorare l'accesso ai finanziamenti per le PMI in circa 20 Stati membri mediante l'utilizzo di risorse FESR per un valore di circa 2,5 miliardi di euro.
  • JESSICA (Joint European Support for Sustainable Investment in City Areas - Sostegno europeo comune agli investimenti sostenibili nelle aree urbane) è un'iniziativa promossa dalla Commissione in collaborazione con la BEI e la CEB per promuovere gli investimenti sostenibili nei progetti e programmi urbani. L'obiettivo è creare un collegamento tra gli Stati membri, le regioni e le città e il settore bancario e finanziario europeo, al fine di accrescere e migliorare gli investimenti nei progetti urbani. Le risorse dei programmi operativi da investire nell'ambito dell'iniziativa JESSICA potranno essere destinate ai fondi per lo sviluppo urbano e i cofinanziamenti potranno giungere da comuni, banche, fondi pensione o fondi d'investimento.
  • JASPERS (Joint Assistance to Support Projects in European Regions - Assistenza comune per sostenere progetti nelle regioni europee) è uno strumento di assistenza tecnica gestito dalla Commissione insieme alla BEI e alla BERS per preparare grandi progetti nei 12 Stati membri che hanno aderito all'Unione nel 2004 e nel 2007. JASPER nasce per sopperire alla scarsa esperienza e capacità istituzionale dei "nuovi" Stati membri. Lo strumento, inaugurato nell'autunno del 2006, viene utilizzato con successo e quasi al massimo delle sue capacità in tutti e 12 i paesi beneficiari. Dispone di tre uffici operativi a Varsavia, Vienna e Bucarest e di un organico composto da 54 professionisti che gestiscono un portafoglio di 227 progetti.
  • JASMINE (Joint Action to Support Micro-finance Institutions in Europa – Azione comune a sostegno degli istituti di microfinanza in Europa) è un'iniziativa finalizzata a promuovere i finanziamenti per le piccole imprese e le categorie sociali emarginate (comprese le minoranze etniche) che desiderano avviare un'attività autonoma. Quest'azione è in linea con la strategia di Lisbona per la crescita e l'occupazione e punta a migliorare l'accesso al microcredito in Europa.

 

Pubblicazioni:

  • Ingegneria finanziaria

Ultimo aggiornamento: