Il Fondo di solidarietà dell'Unione europea

Il Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE) è nato per rispondere alle calamità naturali ed esprimere la solidarietà europea alle regioni colpite. Il Fondo è stato istituito a seguito delle gravi inondazioni che hanno devastato l'Europa centrale nell'estate del 2002. In nove anni, è stato utilizzato 45 volte in risposta a diversi tipi di catastrofi, tra cui inondazioni, incendi forestali, terremoti, tempeste e siccità. Finora sono stati erogati oltre 2,4 miliardi di euro a favore di 23 paesi europei.

Come presentare richiesta

Alcune linee guida per presentare domande al FSUE DOC : de en fr

Si consiglia vivamente agli organismi incaricati di preparare la domanda di stabilire un contatto diretto con il servizio competente presso la DG Politica regionale, al fine di accelerare il più possibile la relativa procedura.

Responsabili:

Commissione europea
DG Politica regionale
Unità D1
Johannes Wachter
tel.: +32 2 296 65 15
Andrea Lamprecht
tel: +32 2 298 10 68

Modulo per le domande di contributo del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE) DOC : de en fr

Soglie d'intervento del Fondo (2011) DOC : en

Determinazione dell'importo degli aiuti DOC : en

 

Maggiori informazioni

Quando interviene il FSUE?

Il FSUE può fornire aiuti finanziari agli Stati membri e ai paesi che partecipano ai negoziati di adesione in caso di catastrofi naturali di grandi proporzioni che provochino danni diretti stimati a oltre 3 miliardi di euro (prezzi 2002) o superiori allo 0,6% del reddito nazionale lordo dello Stato interessato. Può beneficiare dell'intervento del Fondo anche uno Stato membro limitrofo o un paese candidato all'adesione all'UE colpito dalla stessa catastrofe, anche se l'entità dei danni non raggiunge la soglia prevista.

In circostanze eccezionali può essere fornito aiuto anche a una regione colpita da una catastrofe straordinaria, qualora si sia abbattuta sulla maggior parte della popolazione, con profonde e durevoli ripercussioni sulle condizioni di vita dei cittadini e sulla stabilità economica della regione stessa. Le singole situazioni vengono valutate caso per caso dalla Commissione.

Di quale dotazione dispone il Fondo?

Il FSUE dispone di una dotazione annuale di 1 miliardo di euro. Un quarto di questo importo deve rimanere a disposizione il 1° ottobre di ogni anno per far fronte ad eventuale esigenze fino alla fine dell'anno. In casi eccezionali e di insufficienza delle risorse residue disponibili, l'ammanco viene coperto attingendo al bilancio dell'anno successivo. L'importo disponibile su base annua per le catastrofi regionali straordinarie è pari al 7,5% della dotazione annuale del FSUE (o 75 milioni di euro).

Quali azioni sono previste?

Il FSUE integra la spesa pubblica degli Stati membri interessati per finanziare i seguenti interventi di emergenza:

  • ripristino immediato delle infrastrutture e delle attrezzature nei seguenti settori: elettricità, rete idrica e fognaria, trasporti, telecomunicazioni, sanità e istruzione;
  • messa a disposizione di alloggi temporanei e organizzazione dei servizi di soccorso destinati a soddisfare le necessità immediate della popolazione;
  • fornitura immediata delle infrastrutture di prevenzione e protezione del patrimonio culturale;
  • ripulitura delle zone danneggiate, comprese quelle naturali.

Il FSUE non è nato per coprire tutte le spese legate ad un disastro naturale. In linea di principio, esso si limita ai danni non assicurabili e non copre ad esempio le perdite subite da soggetti privati. Inoltre, le azioni a lungo termine (ricostruzione, riconversione economica, prevenzione) possono ricevere aiuti attraverso altri strumenti, in particolare i Fondi strutturali e il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale.

Quali sono le procedure di attuazione?

La domanda di contributo deve pervenire alla Commissione entro 10 settimane a partire dal primo danno subito. La Commissione valuta la domanda e decide se proporre o meno all'autorità di bilancio (Parlamento europeo e Consiglio) di attivare il FSUE e mobilizzare l'importo dell'eventuale aiuto ritenuto adeguato. Una volta confermati gli stanziamenti, la sovvenzione viene versata immediatamente e in un'unica rata dopo la firma di un accordo tra la Commissione e lo Stato beneficiario. In seguito all'erogazione della sovvenzione, il paese interessato può rifinanziare le misure di emergenza a partire dal primo giorno del disastro.

Lo Stato beneficiario è responsabile dell'utilizzazione della sovvenzione e dell'eventuale coordinamento tra il contributo dell'FSUE e le altre fonti di finanziamento. La parte di sovvenzione non utilizzata entro un anno va rimborsata alla Commissione.

Documenti

Legislazione

Proposta di regolamento

  • Proposta di regolamento che istituisce il Fondo di solidarietà dell'Unione europea  - Bruxelles, 6.4.2005 - COM(2005) 108 def PDF en
  • Valutazione d'impatto SEC(2005) 447 - allegato della proposta di regolamento COM(2005) 108 def PDF en

Relazioni

Comunicati stampa
  • 23/03/2011 : Solidarity Fund: Commissioner Hahn announces €10.9 million in EU aid for flood damage in Czech Republic en fr de cs
  • 24/02/2011 : Solidarity Fund: Commission proposes €8.6 million for Slovenian and Croat regions hit by flooding en
  • 16/12/2010 : Commission approved over € 182 million euro financing for European Union Solidarity Fund assistance relating to flooding disasters of May-June 2010 en
  • 12/03/2010: President Barroso visits Madeira and expresses solidarity - Statement and Video en
  • 04/03/2010: Commissioner Hahn to visit Madeira (Portugal) to express EU's solidarity towards victims of severe storms en
  • 03/03/2010: Commissioner Hahn to visit France in the wake of Storm Xynthia en
  • 20/11/2009: The EU grants Italy nearly half a billion euros: the largest ever amount under the Solidarity Fund en
  • 13/11/2009: Fonds de solidarité: la Commission et les autorités françaises signent l'accord pour le versement d'une aide de 109.4 millions d'euros suite à la tempête Klaus en
  • 23/07/2009: The Commission proposes granting 494 million euros to Italy to help cope with the aftermath of the Abruzzo earthquake en
  • 16/07/2009: Solidarity Fund: Commissioner Samecki announces €12 million in EU aid for flood damage in Romania en
  • 29/05/2009: European Union Solidarity Fund: the Commission proposes to grant aid of €109.4 million to France following Hurricane Klaus en
  • 29/05/2009: The European Union Solidarity Fund (EUSF) en
  • 13/05/2008: Commissioner Danuta Hübner meets Silvio Berlusconi and visits the Abruzzi earthquake zone en
  • 17/12/2008: Solidarity Fund: The EU grants aid of €13 million to Martinique and Guadeloupe in the aftermath of Hurricane Dean en
  • 11/11/2008: Solidarity Fund: EU provides EUR 8.25 million of aid for flood damage in Slovenia en
  • 24/10/2008: EU Solidarity Fund: Commission proposes € 7.6 million aid for Cyprus following severe drought en
  • 10/09/2008: EU Solidarity Fund, Hurricane Dean: Commission proposes aid worth €12.8 million for Martinique, Guadeloupe en
  • 12/09/2007: The Commission adopts a new Communication on the outermost regions en
  • 11/09/2007: EU Solidarity Fund to provide aid for storm damage in Germany (€ 166.9 m) and La Réunion (€ 5.29 m) en
  • 31/08/2007: Danuta Hübner in Greece: "In view of the huge damage caused by the fires, the intervention of the European Solidarity Fund can help citizens and local economies" en
  • 20/02/2007: Commission proposes € 9.3 million of aid following flood disaster in Greece en
  • 20/04/2006: Commission to pay nearly € 1.3 million to support Estonia in dealing with storm disaster in 2005 en
  • 11/04/2006: Commission to pay nearly € 9.5 million to support Latvia in dealing with storm disaster in 2005 en
  • 22/03/2006: Commission to pay nearly € 82 million to support Sweden in dealing with storm disaster in 2005 en
  • 17/03/2006: Commission to pay € 379 thousand to support Lithuania in dealing with storm disaster in 2005 en
  • 12/01/2006: EU Solidarity Fund: Commission proposes € 20.35 million of aid following flood disasters in Bulgaria en
  • 08/11/2005: More than € 49 million to help Romania repair rail and roads damaged by floods en
  • 17/10/2005: €5.67 million to pay for emergency aid for storm damages PDF en
  • 26/08/2005: Commission stands ready to provide financial assistance to help Members States cope with the consequences of this summer’s natural disasters en
  • 22/08/2005: EU Solidarity Fund: Commission proposes € 93 million of aid following storm disaster in Northern Europe en
  • 06/06/2005: Slovak storms – new aid on the table en
  • 11/5/2004: Solidarity Fund: 19.625 million euros of aid for France en
  • 08/03/2004: Fondo di solidarietà: la Commissione propone di mettere a disposizione 21,9 milioni di euro per misure relative alle catastrofi naturali verificatesi a Malta, in Francia e in Spagna
  • 05/09/2003: Effects of the hot summer fr
  • 27/08/2003: Fondo di solidarietà: la Commissione propone di stanziare 31,6 milioni di euro per le misure di emergenza a seguito degli incendi in Portogallo
  • 16/07/2003: Fondo di solidarietà dell'UE: la Commissione propone di stanziare 47,6 milioni di euro per le regioni italiane colpite da calamità naturali
  • 16/07/2003: Fondo di solidarietà dell'UE: la Commissione propone di stanziare 8,6 milioni di euro per le regioni spagnole colpite dal disastro della "Prestige"
  • 13/12/2002: Solidarity Fund: France receives € 21 million for floods in the Gard region en
  • 13/12/2002: Solidarity Fund: € 444 million for German regions hit by flooding en
  • 13/12/2002: Solidarity Fund: € 134 million for Austrian regions devastated by floods en
  • 09/12/2002: The European Commission and Kingdom of Spain in continuous contact on possibility of Community support en
  • 15/11/2002: Solidarity Fund: Council and Parliament support the Commission's proposal to allocate € 728 million to the German, Austrian, Czech and French regions hit by flooding en
  • 13/11/2002: Solidarity Fund: Commission proposes € 728 million for the German, Austrian, Czech and French regions hit by flooding en
  • 03/09/2002: Floods: Michel Barnier presents the Commission's response to the European Parliament en
  • 28/08/2002: European Commission's response to the flooding in Germany, Austria and certain candidate countries en
  • 15/08/2002: European Commission supports flood victims en

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: