Studenti e personale dell'istruzione superiore

Come fare domanda

Le candidature per i progetti di mobilità sono gestite dall'autorità nazionale competente su base annua.

Opportunità

Il programma Erasmus+ offre agli istituti di istruzione superiore la possibilità di inviare studenti e personale all'estero (in altri paesi partecipanti al programma o paesi partner) per studiare, insegnare o dare corsi di formazione presso gli istituti partecipanti o per partecipare a un tirocinio.

Possono inoltre accogliere studenti e personale provenienti dall'estero. I tirocini tra i paesi partecipanti al programma ed i paesi partner possono essere resi disponibili nel quadro di nuovi accordi di mobilità a partire dall'estate del 2018.

Come funziona

Le organizzazioni che desiderano avvalersi di queste opportunità possono candidarsi come singolo istituto di istruzione superiore oppure nell'ambito di un "consorzio nazionale per la mobilità", un gruppo di organizzazioni del settore gestite da un'unica organizzazione preposta al coordinamento.

Le organizzazioni si suddividono in quattro categorie:

  • organizzazione richiedente - presenta la candidatura, gestisce il progetto e può anche fungere da organizzazione di provenienza
  • organizzazione di provenienza - seleziona gli studenti/il personale da mandare all'estero e gestisce gli studenti e il personale provenienti dai paesi partner e i dipendenti provenienti dalle aziende
  • organizzazione di destinazione - accoglie gli studenti/il personale provenienti dall'estero e offre un programma di studio/tirocinio
  • organizzazione intermediaria - in quanto partner di un consorzio per la mobilità, può aiutare a sostenere e agevolare l'attività del consorzio.

Gli istituti d'istruzione superiore con sede nei paesi partecipanti al programma devono essere in possesso di una carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS), indipendentemente dal fatto che si candidino singolarmente o nell'ambito di un consorzio.

I consorzi che intendono partecipare devono essere in possesso di un accreditamento di consorzio per la mobilità.

Possono partecipare anche altre organizzazioni dei paesi partecipanti al programma, le quali però non hanno bisogno di una CEIS.

Anche se le organizzazioni dei paesi partner possono partecipare alle attività di mobilità, gli istituti di istruzione superiore di questi paesi non hanno diritto a una CEIS. Si impegnano in ogni caso a rispettare i principi della carta e a definire chiaramente nell'accordo interistituzionale cosa intendono offrire ai partecipanti.

Dopo aver ottenuto una CEIS e/o un certificato di consorzio per la mobilità, le organizzazioni possono chiedere un finanziamento dell'UE.

Cos'altro c'è da sapere

Le attività didattiche offerte agli studenti devono far parte del programma di studio dei partecipanti, così come quelle offerte ai tirocinanti devono integrarsi nel loro programma di studi. Prima di avviare le attività, lo studente, l'organizzazione di provenienza e quella di destinazione devono firmare un contratto di apprendimento che delinea:

  • le componenti didattiche che lo studente deve seguire nell'istituto di destinazione
  • le componenti didattiche da sostituire nella laurea dello studente presso l'istituto di provenienza dopo la conclusione con successo del programma di studio all'estero e
  • i diritti e i doveri delle varie parti.

Le attività del personale inviato all'estero devono essere concordate anticipatamente dall'organizzazione di provenienza e di destinazione.

Come indicato sopra, tutte le parti coinvolte devono firmare un accordo di mobilità che delinea:

  • gli obiettivi didattici
  • le disposizioni per il riconoscimento formale (ad es. mediante l'ECTS) e
  • i diritti e i doveri delle varie parti.

Oltre a ciò, ogni organizzazione che ha firmato la CEIS deve fornire il necessario sostegno ai partecipanti, compresa la preparazione linguistica. Per le attività di mobilità a lungo termine di più di due mesi la Commissione europea mette a disposizione lo strumento di sostegno linguistico online per valutare e migliorare le competenze linguistiche dei partecipanti.

Come fare domanda

Le candidature per i progetti di mobilità sono gestite dall'agenzia nazionale competente su base annua. Per un'organizzazione che fa domanda singolarmente, è l'agenzia del paese in cui ha sede, mentre per un consorzio è l'agenzia del paese in cui ha sede il coordinatore del consorzio.

Ogni anno viene pubblicato un invito a presentare proposte per la CEIS, che è gestito dall'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura. L'assegnazione di una CEIS vale per la durata del programma.

Le agenzie nazionali pubblicano annualmente un invito a presentare richieste di accreditamento per i consorzi. L'accreditamento vale tre anni. Le organizzazioni possono fare contemporaneamente domanda di accreditamento e di sovvenzioni.

Per saperne di più

Principale fonte di informazioni per queste opportunità è la guida del programma Erasmus+; informazioni dettagliate sui criteri di ammissione e di aggiudicazione e le norme che disciplinano i finanziamenti figurano nella parte B.

Le organizzazioni interessate a progetti di mobilità fra i paesi partecipanti al programma e i paesi partner possono consultare il manuale sulla mobilità internazionale dei crediti e le domande frequenti sulla mobilità internazionale dei crediti.

Le agenzie nazionali o, per i paesi partner, gli uffici nazionali (dove esistono) possono fornire ulteriori informazioni, oppure è possibile contattare la Commissione europea.

L'Associazione degli studenti e degli ex studenti Erasmus+ (ESAA) offre un forum dinamico per le attività di networking, lo sviluppo professionale e gli scambi interculturali.

Condividi questa pagina