Percorso di navigazione

Le dogane – a guardia delle porte dell'UE - 01/07/2008

Cane che fiuta una pila di bagagli

Negli ultimi 40 anni, i doganieri hanno svolto un ruolo fondamentale, anche se spesso invisibile, per tutelare i cittadini dell'UE ed agevolare gli scambi.

Il 1° luglio 1968, sei paesi – Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi – hanno abolito gli ultimi dazi sui movimenti delle merci tra i loro territori, dando vita ad un'unione doganale europea

Oltre ad abolire le barriere commerciali tra i paesi membri di quella che è diventata l'Unione europea, l'unione doganale ha istituito una tariffa comune applicabile a tutte le merci importate in tali paesi. 

È con l'unione doganale che è iniziato il processo di integrazione economica e di allargamento dell'Europa. 40 anni più tardi, l'UE costituisce il principale blocco commerciale al mondo, con circa il 20% degli scambi mondiali. Tuttavia, l'integrazione economica non sarebbe stata possibile senza dogane efficienti alle frontiere esterne dell'UE.

Più di 140 000 persone lavorano per le dogane, svolgendo un ruolo centrale nel sorvegliare le frontiere esterne dell'UE e nel garantire la sicurezza e l'incolumità dei cittadini europei.

Ogni anno le dogane dell'UE controllano circa 1 600 milioni di tonnellate di merci trasportate via mare e 8 milioni di tonnellate di merci trasportate per via aerea. I funzionari delle dogane trattano circa 183 milioni di dichiarazioni doganali all'anno, quasi sei al secondo.

Oggi, 27 amministrazioni doganali nazionali collaborano strettamente con altre autorità e con le forze di polizia, con gli operatori economici e con i principali partner commerciali dell'UE per far fronte alle sfide crescenti del commercio mondiale: tutelare i cittadini da prodotti pericolosi e combattere la criminalità organizzata, il terrorismo ed il contrabbando.

Al fine di aiutare le dogane a realizzare questi obiettivi, la Commissione ha avviato iniziative volte ad introdurre tecniche più avanzate di gestione del rischio e ad adeguare le norme europee in vista della creazione di un "ambiente elettronico", che dovrebbe consentire di abolire tutti i documenti cartacei.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili