Percorso di navigazione

Cieli senza frontiere - 28/03/2008

Aereo nel cielo azzurro

Con l’abolizione del controllo dei documenti negli aeroporti per i voli tra gran parte dei paesi UE e la soppressione delle restrizioni sui voli transatlantici, si inaugura una nuova era dei trasporti aerei.

Qualche mese dopo l’estensione a nove paesi dell’Europa centro-orientale dello spazio Schengen DeutschEnglishfrançais, all’interno del quale è possibile viaggiare senza essere sottoposti a controlli dei documenti, è prevista la soppressione, il 30 marzo, dei controlli di frontiera negli aeroporti.

Per gli europei che si spostano dall’uno all’altro dei 24 paesi interessati – per via aerea, marittima o terrestre – i controlli alle frontiere saranno un ricordo del passato. E per chi vuole visitare l'UE DeutschEnglishfrançais basterà un unico visto per recarsi in tutti questi paesi.

Ma viaggiare in aereo non sta diventando più facile soltanto su questa sponda dell’Atlantico: è infatti entrato in vigore anche l’accordo open skies Englishfrançais (cieli aperti) tra l'UE e gli USA, che dovrebbe costituire un importante passo avanti per i viaggiatori aerei. Sopprimendo le restrizioni sui voli in un mercato che rappresenta il 60% del traffico mondiale, l’accordo (firmato il 30 aprile 2007) dovrebbe consentire ai consumatori di risparmiare oltre 15 miliardi di euro nei primi cinque anni, oltre a rendere possibile la creazione di 80 000 nuovi posti di lavoro tra UE e USA.

Le rotte transatlantiche non saranno più riservate a poche compagnie aeree privilegiate: tutte le compagnie dell'UE saranno d’ora in poi libere di atterrare negli aeroportidegli USA(e viceversa) e di proseguire per altre destinazioni. Il commissario europeo per i Trasporti DeutschEnglishfrançais Jacques Barrot ha salutato l’accordo come “un grande passo avanti per l'aviazione internazionale", aggiungendo che se ne cominciavano già ad avvertire gli effetti positivi.

L’accordo con gli USA rientra nella strategia dell’UE che mira a creare uno spazio aereo comune Englishfrançais entro il 2010, associandovi i paesi vicini del Mediterraneo e i paesi più ad Est, oltre che gli Stati Uniti. Grazie a queste relazioni più strette non si apriranno soltanto i mercati, ma sarà anche possibile imporre standard di sicurezza più severi nei trasporti aerei internazionali.

Per consolidare il mercato dei trasporti aerei tra UE ed USA, accompagnandone l’evoluzione, e per introdurre ulteriori misure di liberalizzazione, alla fine di maggio inizieranno i negoziati per un secondo accordo “open skies”.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili