Percorso di navigazione

7 miliardi di euro per la ricerca di punta - 19/07/2011

Un'immagine di atomi con uno scienziato sullo sfondo © UE

L'invito più recente dell'UE a presentare proposte nel settore della ricerca si concentra su innovazione e commercializzazione delle buone idee.

Per questa tornata di finanziamenti sono disponibili circa 7 miliardi di euro, che rappresentano una parte dei 53 miliardi stanziati per l'attuale programma di finanziamento della ricerca per il periodo 2007-2013.

Le équipe di ricerca dell'UE e del resto del mondo possono richiedere i finanziamenti, intesi ad aiutare l'Europa a sviluppare una ricerca di livello mondiale e a colmare il divario nell'ambito dell'innovazione fra l'UE e i suoi concorrenti principali, gli USA e il Giappone.

Per dare impulso alla scienza e all'innovazione, l'UE vuole aumentare la spesa per la ricerca portandola dal 2% del PIL nel 2009 al 3% entro il 2020. Così facendo, sarebbe possibile creare 3,7 milioni di posti di lavoro e ottenere una crescita annuale di circa 800 miliardi di euro.

L'invito a presentare proposte riguarda anche gli obiettivi della politica dell'UE per l'innovazione, la cosiddetta "unione dell'innovazione English ". Questa iniziativa prioritaria della strategia Europa 2020 per la crescita e l'occupazione promuoverà e accelererà l'innovazione in Europa e allo stesso tempo eliminerà le strozzature che impediscono alle buone idee di arrivare sul mercato.

Questi alcuni dei settori che beneficeranno delle sovvenzioni:

  • invecchiamento attivo e in buona salute: aiutare gli anziani a vivere una vita attiva e indipendente è l'obiettivo della prima partnership europea per l'innovazione, con la partecipazione della ricerca pubblica e privata
  • tecnologie dell'informazione e della comunicazione: infrastrutture di rete e di servizi, nanosistemi e microsistemi, fotonica, robotica, contenuti digitali, tecnologie del linguaggio, salute ed efficienza energetica
  • progetti collaborativi fra ricercatori europei e supporto per commercializzare le scoperte
  • sostegno ai ricercatori: saranno circa in 10 000 a ricevere i finanziamenti stanziati dal programma Marie Curie English , nell'ambito del quale prende il via un progetto pilota per incoraggiare l'imprenditorialità e la cooperazione fra università, istituti di ricerca e imprese
  • sfide ambientali: cambiamenti climatici, perdita di biodiversità, efficienza delle risorse
  • alimenti più sicuri e più sani: investimenti per potenziare la produzione biologica e migliorare i metodi produttivi
  • nanotecnologie: grazie alla ricerca sul comportamento delle particelle a livello atomico e molecolare potrebbero vedere la luce nuovi tipi di fabbriche, automobili meno inquinanti ed edifici a basso consumo di energia
  • trasporti e mobilità più puliti, sicuri ed efficienti

Quest'anno i beneficiari di sovvenzioni per progetti di ricerca saranno circa 16 000. Circa un miliardo di euro servirà per favorire l'innovazione delle piccole e medie imprese.

Sarà inoltre assegnato un nuovo premio per le donne protagoniste dell'innovazione English il cui lavoro è stato finanziato dal programma per la ricerca.

La maggior parte degli inviti a presentare proposte per ricevere finanziamenti English sarà pubblicata il 20 luglio.

Per saperne di più su ricerca e innovazione

Per saperne di più sull'unione dell'innovazione English

Per saperne di più su come richiedere una sovvenzione per la ricerca English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili