Percorso di navigazione

Sempre più paesi per il dispositivo di sicurezza eCall - 04/05/2010

L'idea di dotare le auto di un sistema automatico di SOS si fa strada in Europa.

Altri sette governi europei hanno aderito alla campagna dell'UE per dotare le automobili nuove di un dispositivo in grado di chiamare automaticamente i soccorsi in caso di incidente.

Belgio, Bulgaria, Danimarca, Lussemburgo, Malta, Polonia e Romania hanno appena firmato un accordo non vincolante con la Commissione per l'uso di eCall English , il sistema d'emergenza da installare sui veicoli.

L'adesione di questi paesi porta a 25 il numero degli Stati europei che si sono impegnati a lanciare il sistema: fra questi, paesi non appartenenti all'UE come Islanda, Norvegia e Svizzera. I produttori d'auto e gli operatori di telefonia mobile europei hanno già espresso il proprio sostegno, indispensabile per una sua larga diffusione.

Nonostante il crescente consenso che riscuote, cinque anni dopo l'inizio della campagna in suo favore eCall non è ancora operativo in nessun paese dell'UE. La Commissione ha invitato le autorità nazionali ad agire a passo più svelto, ma alcuni paesi hanno espresso perplessità circa i costi previsti (circa 100 euro per veicolo), mentre altri hanno tardato a modernizzare i loro servizi di soccorso e ad addestrare il personale a rispondere alle chiamate.

Quando i sensori di eCall captano l'impatto di una collisione, il dispositivo chiama automaticamente il 112, il numero di emergenza europeo, e trasmette ai soccorsi le coordinate geografiche dell'auto. Il dispositivo può essere azionato anche premendo un pulsante.

In ambedue i casi, oltre alla trasmissione automatica dei dati, viene attivato un collegamento vocale tra il veicolo e il centro di soccorso. I conducenti e i passeggeri, se sono in grado di parlare, possono così rispondere a domande e fornire ulteriori particolari sull'incidente.

Se fosse operativo in tutta l'Europa, il sistema potrebbe salvare 2500 vite all'anno e ridurre le lesioni gravi di almeno il 15%. I dati più recenti dicono che, nel 2008, circa 39 000 persone sono morte sulle strade europee.

L'iniziativa riguarda solo le automobili nuove: i proprietari di auto vecchie non saranno tenuti ad installare il sistema.

Negli ultimi tre anni, l'UE ha stanziato 160 milioni di euro per la ricerca in tecnologie dell'informazione per migliorare la sicurezza e i servizi nel settore dei trasporti.

Per saperne di più su eCall English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili