Percorso di navigazione

Onore agli scienziati - 12/03/2008

Premi europei per la scienza

I migliori scienziati europei premiati per ricerche d’avanguardia in tutti i campi dello scibile, dall’energia oscura e dai buchi neri alle cellule T killer e agli agenti patogeni nei generi alimentari.

Per la prima volta sono stati premiati nella stessa cerimonia (il 12 marzo a Bruxelles) i vincitori dei tre più prestigiosi premi europei per la scienza English: i premi europei per la divulgazione scientifica, i premi di eccellenza Marie Curie e i premi Descartes per progetti di ricerca transnazionali.

Dopo aver qualificato i vincitori come “il meglio che l’Europa può offrire”, Janez Potočnik, commissario per la Scienza e la ricerca, ha spiegato che i premi onorano l’eccellenza, l’apertura e la creatività.

Premi per la divulgazione scientifica English

Tre premi, ciascuno dell’importo di 60 000 euro, sono stati assegnati a progetti che stimolano l’interesse del pubblico per la ricerca e promuovono la comprensione della scienza. Jean-Pierre Luminet Englishespañolfrançais si è aggiudicato il premio di divulgatore dell’anno; migliore redattrice di testi è stata designata Delphine Grinberg del Palais de la Découverte français, mentre Peter Leonard e Andrew Cohen hanno ricevuto il premio per il miglior documentario audiovisivo per “Most of our universe is missing English”, un programma della serie Horizon English della BBC sul mistero della materia oscura e dell’energia oscura che, secondo recenti teorie scientifiche, potrebbero costituire il 96% del nostro universo.

Premi di eccellenza Marie Curie

Legati alle azioni Marie Curie English, questi premi sono intesi a ricompensare l’eccellenza scientifica. Una somma di 50 000 euro è stata assegnata a ciascuno dei cinque vincitori: la dott.ssa Luisa Corrado, dell’università di Cambridge, per una ricerca sul benessere e la sua influenza sulla felicità; il dott. Batu Erman, dell’università Sabanci di Istanbul, per la programmazione di cellule T killer per combattere il cancro; il dott. Andrea Ferrari, dell’università di Cambridge, per le sue ricerche sui nanotubi e nuovi dispositivi elettronici; il prof. Robert Nichol, dell’università di Portsmouth, per le sue scoperte sull’energia oscura e la dott.ssa Valerie O’Donnell, dell’università di Cardiff, per i suoi lavori sui radicali liberi e le infiammazioni.

Premi Descartes per la ricerca English

I premi sono destinati a gruppi transnazionali di ricercatori che abbiano conseguito risultati eccezionali in qualsiasi disciplina scientifica. I tre gruppi vincitori, che si sono divisi una somma di 1 360 000 euro, sono: Virlis, che ha studiato il genere di batteri Listeria per meglio combattere le infezioni che provoca; SynNanoMotors, ricompensato per aver prodotto alcuni dei primi esemplari funzionanti di motori molecolari sintetici e di nanomacchine meccaniche; EPICA, premiato per la sua analisi di carote di ghiaccio dell’Antartide, che ha permesso di capire meglio i cambiamenti climatici, i loro meccanismi e le loro conseguenze.

Premi europei per la scienza English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili