Percorso di navigazione

Fare di più per prevenire la corruzione - 06/02/2014

Banconote in euro tenute in mano ad uno sportello bancomat.

In una relazione pubblicata questa settimana la Commissione sostiene che la corruzione resta un problema di portata europea e che serve fare di più per prevenirla.

Dalla relazione emerge che la corruzione, vale a dire l'abuso di potere per scopi privati, comprese la corruzione politica, le tangenti versate ai funzionari pubblici e le pratiche illecite tra imprese private, esiste in tutti i paesi europei e costa all'economia circa 120 miliardi di euro.

La corruzione mina la fiducia nelle istituzioni democratiche e indebolisce la responsabilità della leadership politica.

Un problema diffuso

Tre quarti degli europei ritiene che la corruzione è un fenomeno dilagante nel proprio paese e più della metà la considera diffusa tra i partiti politici.

1 europeo su 12 afferma di essere stato oggetto o testimone di casi di corruzione nel corso dell'anno precedente, mentre il 4% sostiene di essere stato invitato in modo più o meno esplicito a pagare una tangente. I cittadini sono più esposti alla corruzione nei contatti con i servizi sanitari, le imprese private, la polizia o le dogane.

Combattere la corruzione

Negli ultimi anni i paesi europei hanno adottato diverse misure per affrontare il problema. Tra queste figurano meccanismi per verificare eventuali conflitti d'interesse, la definizione di norme etiche e una maggiore trasparenza. Tuttavia, le misure variano notevolmente da un paese dell'UE all'altro e i risultati non sono uguali, perché l'impegno nel renderle operative è a volte carente.

È necessario fare di più per prevenire e punire le pratiche corrotte. Occorre, ad esempio, migliorare l'efficacia dei tribunali quando affrontano casi di corruzione, garantire la protezione di coloro che li denunciano e aumentare la trasparenza delle decisioni che comportano finanziamenti pubblici, un settore particolarmente esposto alla corruzione, specie a livello locale.

L'UE intende realizzare un programma per consentire ai paesi europei, alle ONG e a tutti gli interessati di scambiarsi le loro esperienze e aiutarli ad individuare le politiche più efficaci, offrendo anche una formazione adeguata.

Monitorare il fenomeno

La relazione dell'UE sulla lotta alla corruzione, pubblicata quest'anno per la prima volta, intende contribuire a tutte le attività volte a combattere il fenomeno della corruzione in Europa, rafforzando l'impegno politico e definendo le modalità di un eventuale sostegno da parte dell'UE.

La Commissione continuerà a monitorare come gli europei vivono la corruzione e gli sforzi compiuti per combattere il fenomeno, pubblicando i dati raccolti ogni 2 anni.

Relazione dell'UE sulla lotta alla corruzione pdf - 613 KB [613 KB] български (bg) čeština (cs) dansk (da) Deutsch (de) eesti keel (et) ελληνικά (el) English (en) español (es) français (fr) hrvatski (hr) latviešu valoda (lv) lietuvių kalba (lt) magyar (hu) Malti (mt) Nederlands (nl) polski (pl) português (pt) română (ro) slovenčina (sk) slovenščina (sl) suomi (fi) svenska (sv)

Domande frequenti - corruzione nell'UE English

Comunicato stampa - La Commissione pubblica la prima relazione dell'UE sulla lotta alla corruzione

Relazione sulla lotta alla corruzione - sintesi della situazione nei singoli paesi English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili