Percorso di navigazione

Una risposta flessibile per combattere le nuove droghe - 06/06/2013

Nel 2012 il numero di nuovi tipi di droghe e la loro disponibilità non hanno smesso di aumentare, ostacolando la lotta dell'UE contro le sostanze illecite e la tossicodipenza.

La globalizzazione, i progressi tecnologici e Internet hanno favorito lo sviluppo di un mercato aperto delle nuove droghe, constata l'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze English (OEDT), che si occupa di monitorare il consumo di droga in Europa.

Nella sua relazione English annuale, l'OEDT sottolinea come questa novità fondamentale crei notevoli difficoltà a livello di programmi terapeutici, applicazione della legge e scelte politiche.

L'UE dovrà adattare rapidamente la strategia in materia di droga English per far fronte a questo mercato più dinamico.

Situazione europea

L'anno scorso si sono registrati alcuni sviluppi positivi: la domanda di canapa e cocaina è diminuita in alcuni paesi, così come è calato il numero di quanti hanno consumato eroina per la prima volta.

Inoltre, un numero record di persone si sottopongono a cure di disintossicazione. Nel 2011 circa 1,2 milioni di europei hanno iniziato un programma di riabilitazione. Al primo posto figurano eroinomani e consumatori di sostanze oppiacee, seguiti dai consumatori di canapa e di cocaina.

La situazione europea indica che le terapie di disintossicazione restano l'approccio più comune e più conveniente, anche in tempi di crisi economica.

Servizi terapeutici

I servizi di trattamento delle tossicodipendenze sono determinanti per aiutare chi fa uso di stupefacenti a interrompere, o almeno tenere sotto controllo, il consumo, ma i programmi terapeutici rischiano di non ricevere fondi sufficienti, visti i tagli ai bilanci pubblici.

Alcuni paesi hanno già ridotto i fondi destinati a tali programmi, anche se il consumo di droga in Europa resta a livelli elevati. Si ritiene che un quarto degli adulti - circa 85 milioni di persone - consumi sostanze illecite.

Nel 2011 le vittime di overdose sono state quasi 6 500, cinquecento meno dell'anno precedente: i decessi dovuti alla droga mettono a dura prova la sanità pubblica.

Anche il mercato della droga si sta adeguando alla domanda, offrendo una scelta sempre più ampia di sostanze illecite sintetiche sempre più complesse. L'anno scorso le autorità hanno individuato oltre 70 nuove droghe, alcune delle quali si possono ancora ottenere legalmente.

La globalizzazione e le tecnologie dell'informazione hanno un ruolo determinante nella rapida evoluzione del mercato: Internet mette infatti in contatto utenti e nuovi fornitori.

Per saperne di più sulla politica dell'UE in materia di droga

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili