Percorso di navigazione

Una nuova strategia per la politica dell'UE in materia di diritto penale - 21/09/2011

Martelletto e codice © iStock/Natalia Lukiyanova

L'obiettivo è quello di tutelare i cittadini grazie a norme applicabili su scala europea e definire i crimini da considerare reati penali.

Per i cittadini europei, fra gli interventi che i responsabili politici possono realizzare per rafforzare l'UE, la lotta al crimine è una delle priorità assolute DeutschEnglishfrançais .

Nonostante gli sforzi degli ultimi dieci anni, le modifiche apportate al diritto penale europeo non sono state sempre coerenti e attuate correttamente.

Nuovo contesto normativo

Grazie al trattato di Lisbona del 2009, l'UE può fare leva sul diritto penale per attuare con maggiore efficacia le proprie politiche e regole a tutela dei cittadini. Il ruolo delle istituzioni europee e dei parlamenti nazionali è stato rafforzato e la Corte di giustizia europea ha ottenuto il pieno controllo giudiziario.

Il crimine costa alla società 233 miliardi di euro all'anno: è quindi essenziale seguire una strategia DeutschEnglishfrançais chiaramente definita per proteggere i cittadini. Favorendo una maggiore cooperazione in campo penale sarà più facile definire quali crimini devono essere considerati reati penali ed elaborare norme minime per le sanzioni.

Una guida per gli Stati membri

La strategia stabilisce le modalità di collaborazione fra Unione e Stati membri per mettere in atto una politica dell'UE in materia penale coerente e uniforme.

L'adozione di principi comuni permette di agire con maggiore efficienza, ad esempio, per combattere la manipolazione dei mercati finanziari e i danni ambientali, o per proteggere i contribuenti dalle frodi.

Alcuni dei criteri da seguire:

  • il ricorso al diritto penale deve rimanere una misura dell'ultima istanza
  • le sanzioni devono essere limitate a reati particolarmente gravi
  • le nuove disposizioni di diritto penale devono rispettare i diritti fondamentali
  • le decisioni in materia di diritto penale o sanzioni devono fondarsi su prove chiare e concrete, essere proporzionate al crimine e adottate, a seconda dei casi, a livello locale, naizonale o europeo.

Lotta al crimine transnazionale

Visto che molti criminali operano a livello internazionale, è fondamentale adottare misure comuni per impedire che sfruttino i vantaggi di un'Europa senza controlli alle frontiere per sfuggire alla legge o approfittino delle differenze fra i sistemi giuridici nazionali.

Norme minime in materia di diritto penale, applicabili in tutta l'UE, possono apportare il valore aggiunto necessario per proteggere i cittadini, soprattutto chi viaggia e lavora in paesi diversi, rispecchiando al tempo stesso valori, tradizioni e preferenze nazionali.

Per saperne di più sulla politica dell'UE in materia di diritto penale DeutschEnglishfrançais

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili