Percorso di navigazione

Strategia globale del G20 per la crescita e l'occupazione - 07/11/2011

Logo del vertice del G20: simbolo della torre Eiffel e scritta "G20 France 2011" © G20

Le principali economie del mondo si impegnano a coordinare gli sforzi per rilanciare la crescita, favorire l'occupazione e regolamentare i mercati finanziari.

Al vertice tenutosi a Cannes, in Francia, il 3 e 4 novembre, i paesi del G20 hanno concordato un pacchetto di misure English per rilanciare la crescita globale.

Sono numerose le misure proposte dall'UE, fra cui l'impegno a perseguire l'equilibrio dei bilanci e migliorare le economie nazionali. In sintonia con questi obiettivi, il G20 ha accolto con favore il piano English dell'area dell'euro per risolvere la crisi del debito che interessa alcuni dei suoi membri.

I paesi del G20 faranno inoltre di più per ridurre la disoccupazione di lunga durata e gli effetti della globalizzazione sui lavoratori.

Più commercio

Promuovere il commercio internazionale è lo strumento chiave per rilanciare la crescita e creare posti di lavoro. I leader del G20, che hanno chiesto una più stretta collaborazione per ridurre le barriere commerciali ed evitare il protezionismo, auspicano che l'Organizzazione mondiale del commercio svolga un ruolo più incisivo nella risoluzione delle dispute fra paesi.

Inoltre, hanno invitato alcuni paesi a non fissare più i tassi di cambio delle loro valute nazionali a livelli eccessivamente bassi per favorire le esportazioni.

Prevenzione delle crisi

Anche la riforma dei mercati finanziari e la protezione degli investitori sono stati due importanti punti all'ordine del giorno. Fra le priorità: una migliore regolamentazione dei mercati dei derivati e il contenimento del rischio di insolvenza delle banche.

I grandi istituti che svolgono un ruolo di primo piano nel sistema finanziario globale saranno sottoposti a maggiore sorveglianza. I paesi del G20 propongono di regolamentare le attività di tipo bancario svolte da fondi di investimento, società assicurative e altri istituti.

Per ridurre il rischio sistemico per l'economia mondiale, i paesi del G20 sono pronti a mettere a disposizione del Fondo monetario internazionale (FMI) risorse supplementari. I nuovi programmi di finanziamento serviranno ad aiutare i paesi in difficoltà economiche.

Riduzione della povertà

I leader del G20 hanno invitato i governi a mettere in atto gli impegni assunti a proposito di aiuto allo sviluppo, sicurezza alimentare e cambiamenti climatici e hanno concordato che, con il tempo, sarà necessario trovare nuove fonti di finanziamento per assistere i paesi in via di sviluppo.

Una soluzione potrebbe essere l'applicazione di un'imposta globale sulle operazioni finanziarie, proposta dalla Commissione e appoggiata dalla Francia, il paese che ha ospitato il vertice.

Altre misure metteranno a disposizione nuove risorse per la ricerca agricola e stabilizzeranno i prezzi dei prodotti alimentari, soprattutto per i paesi a reddito basso.

Per saperne di più sulle posizioni dell'UE al G20 DeutschEnglishfrançaisportuguês

Per saperne di più sul G20 English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili