Percorso di navigazione

Parità uomo-donna nel mondo - 08/03/2010

Logo della Giornata internazionale della donna © UE

Promuovere l'emancipazione femminile nei paesi in via di sviluppo è uno degli obiettivi prioritari dell'UE.

Il nuovo piano d'azione Englishfrançais dell'UE sulla parità uomo-donna farà leva sugli aiuti allo sviluppo per promuovere i propri obiettivi al di fuori dei confini europei. Annunciato in occasione della Giornata internazionale della donna (8 marzo), il piano intende dare nuova linfa alle promesse formulate nel 1995 a Pechino durante la conferenza dell'ONU sulle donne, tappa fondamentale nella lotta per i loro diritti. Da allora in poi, tuttavia, non si sono registrati passi avanti di rilievo.

La nuova iniziativa attua l'impegno assunto dall'UE di promuovere la parità fra i sessi, sia all'interno che all'esterno delle sue frontiere. Fra gli aspetti prioritari: parità dei diritti, accesso alle risorse, come terra e istruzione, e partecipazione al processo decisionale. L'UE, dalla quale proviene ogni anno il 60% di tutti gli aiuti allo sviluppo messi a disposizione a livello mondiale, diventa così il più importante promotore della parità uomo-donna in tutti i paesi del globo.

L'UE finanzia anche attività condotte sul campo per migliorare le condizioni delle donne nei paesi molto poveri. In Botswana, ad esempio, ha contribuito con 370 000 euro alle attività di Women Against Rape English (Donne contro lo stupro), un'associazione di volontariato che si batte per leggi che tutelino le donne contro le violenze e per il rinvio a giudizio dei colpevoli.

La parità tra uomo e donna è anche uno degli obiettivi di sviluppo del millennio Englishespañolfrançais , che le nazioni più povere dovrebbero raggiungere con il sostegno di 192 paesi e 23 delle maggiori istituzioni che operano nel campo dello sviluppo.

L'UE cerca anche di sensibilizzare la gente al tema dei diritti delle donne, ad esempio attraverso un concorso annuale di disegni Englishfrançais aperto ai ragazzi e alle ragazze che vivono in altre parti del mondo. Un gruppo di 50 bambini dell'UE sceglierà alcuni disegni per ciascuna regione partecipante, e ogni vincitore riceverà 1 000 euro per la sua scuola. I bambini saranno chiamati ad illustrare due concetti: la parità fra i sessi e come uomini e donne possono insieme migliorare il mondo.

L'idea di fondo è quella di sensibilizzare i bambini alle tematiche paritarie affinché gli adulti di domani siano in ogni occasione pronti a difendere il principio dell'uguaglianza.

I diritti delle donne nella politica estera dell'UE English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili