Percorso di navigazione

Il tuo contributo al programma legislativo dell'UE! - 27/01/2012

Logo con la dicitura "Iniziativa dei cittadini europei" © UE

Tutti i cittadini potranno presto invitare la Commissione europea a presentare una proposta legislativa. Un nuovo sito web contiene tutte le informazioni necessarie per avviare una "iniziativa dei cittadini europei".

Il nuovo diritto d'iniziativa popolare riconosce a tutti i cittadini europei la facoltà di contribuire a determinare le politiche dell'UE; consente infatti a un gruppo di persone che condividono una stessa posizione di chiedere alla Commissione di proporre una nuova legislazione su un argomento specifico.

La Commissione, cui spetta il compito di presentare nuove proposte legislative in ambito europeo, è formalmente tenuta a prendere in esame qualsiasi richiesta che soddisfi i requisiti previsti.

Le norme e procedure da rispettare figurano nel nuovo sito dedicato all'iniziativa dei cittadini europei, dove le iniziative possono essere registrate ed avviate.

Un'iniziativa dei cittadini può essere promossa in qualsiasi settore nel quale la Commissione ha la competenza di proporre un atto legislativo, come ambiente, agricoltura, trasporti o salute pubblica.

Come avviare un'iniziativa

Può farsi promotore di un'iniziativa un comitato composto da almeno 7 cittadini residenti in almeno 7 diversi paesi dell'UE.

Prima di procedere alla raccolta delle firme, il comitato deve chiedere la registrazione dell'iniziativa.

La Commissione ha 2 mesi per verificare se l'iniziativa proposta è conforme alla normativa: ad esempio, non può essere "manifestamente contraria" ai valori dell'UE.

Se la registrazione viene confermata, gli organizzatori hanno a disposizione 1 anno per raccogliere 1 milione di firme in almeno 7 paesi dell'UE, con un numero minimo in ciascun paese.

Gli organizzatori possono raccogliere le dichiarazioni di sostegno su carta o per via elettronica. Se optano per quest'ultima soluzione, il loro sistema di raccolta online va certificato. Per aiutare gli organizzatori a raccogliere le firme per via elettronica la Commissione ha messo a punto un apposito software, che mette a disposizione gratuitamente.

Una volta raccolte, le dichiarazioni di sostegno vanno certificate dal paese in cui sono state raccolte e quindi presentate alla Commissione.

Tappe successive

La Commissione dispone di 3 mesi per esaminare l'iniziativa. Può decidere di proporre un nuovo testo legislativo, di avviare uno studio o di astenersi dal presentare una qualsiasi proposta, ma è tenuta a motivare pubblicamente la sua decisione.

Un'eventuale proposta legislativa sarà sottoposta al Consiglio dell'Unione europea (dove siedono i governi dei paesi dell'UE) e, nella maggior parte dei casi, anche al Parlamento europeo.

Se la proposta viene adottata, assume forza di legge.

Guida all'iniziativa dei cittadini europei English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili