Percorso di navigazione

Per un'unione economica più forte - 14/12/2011

Il presidente della Commissione José Manuel Barroso al Parlamento europeo di Strasburgo © UE

L'accordo concluso da quasi tutti i governi dell'UE per una più forte integrazione economica dovrebbe essere completato da misure a favore di crescita e occupazione.

Rivolgendosi al Parlamento europeo a proposito delle decisioni prese l'8 e il 9 dicembre DeutschEnglishfrançaisportuguês dai leader dell'UE, il presidente della Commissione José Manuel Barroso ha dichiarato che la decisione, adottata da 26 dei 27 governi nazionali, a favore di un nuovo trattato intergovernativo per stabilire norme più severe in fatto di bilancio ha dimostrato la disponibilità dei paesi a rafforzare l'integrazione europea.

Con il nuovo trattato, i governi dovranno mantenere i bilanci generali in pareggio o in attivo. I paesi che superano la soglia del deficit dello 0,5% del PIL dovranno riportare il bilancio in pareggio sotto la sorveglianza della Commissione e di altri paesi dell'UE.

La firma del trattato, prevista per marzo 2012, è considerata un elemento importante della strategia europea per affrontare la crisi finanziaria e la crisi del debito dell'area dell'euro.

La risposta dell'UE prevede:

  • 6 misure English per migliorare il monitoraggio dei bilanci e aiutare a controllare il debito pubblico, in vigore dal 13 dicembre 2011
  • analisi della crescita 2012 DeutschEnglishfrançais – raccomandazioni su crescita, creazione di posti di lavoro e finanze pubbliche per avviare il periodo di 6 mesi durante il quale ogni anno i governi dei paesi europei beneficiano dei rispettivi contributi per formulare le rispettive politiche economiche e di bilancio
  • anticipare la creazione del fondo salva-Stati dell'UE a luglio 2012, mentre l'attuale fondo temporaneo resterà operativo fino a metà 2013.

I leader europei decideranno a breve se stanziare fino a 200 miliardi di euro a favore dell'FMI per aiutare i paesi dell'area dell'euro con un debito eccessivo.

A marzo 2012 valuteranno come intensificare ulteriormente il coordinamento dei bilanci ed esamineranno una proposta che prevede l'emissione collettiva di eurobond nell'area dell'euro.

Crescita e occupazione

Il presidente Barroso ha inoltre auspicato la rapida adozione di ulteriori provvedimenti per stabilizzare l'economia e creare occupazione, fra cui:

  • adozione della tabella di marcia per la stabilità e la crescita DeutschEnglishfrançais elaborata dalla Commissione
  • attuazione delle misure esistenti per approfondire l'integrazione economica dell'UE (servizi, energia, innovazione, Internet e accordi di libero scambio)
  • adozione di proposte riguardanti le piccole imprese, la semplificazione legislativa, la riforma fiscale e la sicurezza energetica.

Per saperne di più sul discorso tenuto dal presidente Barroso al Parlamento europeo il 13 dicembre 2011 DeutschEnglishfrançaisportuguês

Per saperne di più sul Consiglio europeo dell'8 e 9 dicembre 2011 DeutschEnglishfrançaisportuguês

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili