Percorso di navigazione

La Polonia alla guida del Consiglio dell'UE - 04/07/2011

Logo: sei frecce verticali rivolte verso l'alto con la bandiera polacca e la scritta "PL2011.eu" © Governo polacco

Tra le priorità del secondo semestre del 2011: crescita economica, sicurezza e relazioni con i vicini orientali e meridionali dell'UE.

La Polonia assume la presidenza di turno dell'UE in un momento difficile, contrassegnato da una ripresa economica non uniforme, dalla crisi del debito della Grecia e dall'instabilità politica nell'Africa settentrionale.

Crescita economica

Tra le priorità della Polonia English per il prossimo semestre figura un maggiore coordinamento tra i paesi europei per rilanciare l'economia e creare nuovi posti di lavoro.

Il paese sostiene le proposte di un atto per il mercato unico, per agevolare la libera circolazione in Europa, compreso lo sviluppo di servizi digitali transfrontalieri e il commercio online.

La stabilità delle finanze pubbliche è considerata altrettanto importante. La Polonia verificherà il rispetto da parte dei paesi europei degli obiettivi concordati in materia di bilancio nel primo semestre dell'anno.

Nel corso della presidenza polacca i paesi europei avvieranno anche i negoziati sulle proposte riguardanti il bilancio dell'UE per il periodo 2014-2020 DeutschEnglishfrançais . La Polonia invita i leader europei a concentrare i fondi dell'UE sulla crescita, con investimenti in infrastrutture chiave e nella formazione.

In programma ci sono inoltre proposte per regolare meglio i mercati finanziari, in modo da evitare ulteriori crisi.

Alimenti, energia e sicurezza

Tra le altre priorità figurano un approccio comune in materia di forniture alimentari ed energetiche, sicurezza e difesa.

L'attuale riforma della politica agricola comune dovrebbe garantire la sicurezza alimentare, promuovere un'agricoltura sostenibile e sviluppare le aree rurali.

Nel frattempo la Polonia lavorerà ad una strategia energetica comune English che rafforzi la capacità dell'UE di assicurarsi forniture più economiche e affidabili sui mercati internazionali.

Il paese auspica anche una maggiore collaborazione sulle politiche di sicurezza e difesa, per conseguire un migliore coordinamento in settori come il controllo delle frontiere e la capacità di reazione alle crisi ed emergenze.

Approccio internazionale

La presidenza cercherà inoltre di intensificare le relazioni dell'UE con paesi dell'Est europeo, come Armenia, Azerbaigian, Georgia, Moldova, Ucraina e Bielorussia. La Polonia spera di portare avanti i negoziati sugli accordi di associazione, per eliminare le barriere commerciali e liberalizzare i visti.

La Polonia è favorevole all'espansione dell'UE e sosterrà gli ultimi passi che restano da compiere alla Croazia per entrare in Europa e i negoziati in corso con Turchia ed Islanda.

Il programma polacco prevede anche un approccio comune per incoraggiare i paesi nordafricani a passare alla democrazia.

Presidenza polacca del Consiglio dell'UE DeutschEnglishfrançaispolski

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili