Percorso di navigazione

L'UE e voi nel 2010 - 23/12/2010

Figura di carta con i colori della bandiera europea © Mélanie Heddrich/Patrick Bombaert

Fine anno è tempo di bilanci: l'opuscolo "L'Europa e voi" si sofferma su alcune delle iniziative promosse dall'UE nel 2010.

Le difficoltà incontrate dalla Grecia e, più recentemente, dall'Irlanda hanno fatto vacillare l'area dell'euro e l'economia europea. L'Unione europea ha reagito tempestivamente concedendo un aiuto finanziario ai due paesi. Così facendo ha potuto salvaguardare la credibilità della moneta unica e ristabilire la fiducia dei mercati. L'UE ha inoltre istituito un meccanismo innovativo English, dotato di circa 500 miliardi di euro, per garantire la stabilità finanziaria e creato istituzioni di vigilanza DeutschEnglishfrançais dei mercati finanziari.

Di fronte alla crisi, l'UE si è impegnata anche a favore dell'occupazione: ha infatti messo a disposizione 100 milioni di euro per finanziare microcrediti (prestiti inferiori a 25 000 euro) a favore di disoccupati che desiderano avviare una propria attività.

In primavera i viaggiatori bloccati negli aeroporti a causa della nube di cenere vulcanica hanno potuto ottenere un indennizzo e un'assistenza grazie alla legislazione europea sulla protezione dei passeggeri aerei. Da quest'anno anche i viaggiatori che si spostano in treno e nave beneficiano degli stessi diritti. Ad esempio, in caso di ritardo, un biglietto ferroviario è rimborsabile fino al 50%.

In materia di diritti fondamentali, una nuova legislazione europea consente ai cittadini coinvolti in una procedura giudiziaria in un paese dell'UE diverso dal proprio di beneficiare gratuitamente dei servizi di traduzione e interpretariato.

E l'UE non ha certo dimenticato i consumatori. Le misure adottate a favore del riciclaggio degli apparecchi elettrici ed elettronici o la realizzazione di un modello comune di caricatore per i telefoni cellulari sono una prova di quanto l'attività dell'UE incida sulla vita quotidiana degli europei.

Infine, per quanto riguarda la politica estera, nel 2010 l'Unione si è confermata primo donatore a livello mondiale, dando sostegno a numerosi paesi colpiti da catastrofi naturali ed ecologiche. Ha inoltre svolto un ruolo centrale nell'aiuto internazionale offerto ad Haïti Englishfrançais all'indomani del terremoto.

Opuscolo "L'Europa e voi nel 2010"

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili