Percorso di navigazione

L’UE e voi nel 2009 - 28/12/2009

Un fiore di croco che sboccia nella neve © CE

Dicembre è mese di bilanci: cosa ha fatto l'UE per i suoi cittadini nel 2009?

L'Unione europea è presente nella vita quotidiana dei suoi cittadini, anche se essi non ne sono sempre consapevoli, e cerca di rispondere alle loro preoccupazioni in quanto cittadini, consumatori e lavoratori.

Quest'anno è stato segnato dall'impatto della crisi finanziaria. L'UE ha lavorato instancabilmente per limitare le ripercussioni della crisi in Europa, attraverso un piano di rilancio teso a salvaguardare l'occupazione e i risparmi.

Sono inoltre state adottate numerose misure per tutelare i consumatori. Ad esempio, oggi costa molto meno inviare un SMS o effettuare e ricevere chiamate sul cellulare quando si è all'estero.

L'UE ha condotto una vasta inchiesta per fare il punto sui siti di vendita on-line di apparecchi elettronici e biglietti aerei e costringerli a rispettare i diritti dei consumatori. Ad esempio, al momento dell'acquisto di un biglietto aereo, questi siti devono indicare i costi supplementari (spese carta di credito, ecc.) all'avvio della transazione e non possono aggiungerli successivamente al prezzo della prenotazione.

L'Unione è attiva anche sul fronte ambientale. In particolare, sono state attuate nuove norme per limitare le emissioni di vapori nocivi nelle stazioni di servizio e regolamentare l'utilizzo dei pesticidi.

L'UE è inoltre in prima linea nella lotta contro il cambiamento climatico. Ha infatti adottato diverse misure per limitare i consumi energetici degli oggetti della vita quotidiana, come ad esempio le lampadine ad incandescenza, che saranno progressivamente sostituite con quelle a basso consumo. Tali provvedimenti dovrebbero permettere di ridurre di oltre il 12% il consumo annuale di elettricità entro il 2020.

Nel campo della solidarietà l'azione dell'UE è altrettanto vigorosa. Sono stati infatti stanziati 500 milioni di euro a favore dell'Italia per venire in soccorso alla regione degli Abruzzi, a seguito del devastante terremoto dell'aprile 2009. Infine, l'UE continua ad essere, a livello mondiale, il primo donatore di aiuti allo sviluppo e lotta attivamente contro la fame e la povertà nel mondo.

L’UE e voi nel 2009

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili