Percorso di navigazione

Un piano per rafforzare la tutela dei consumatori - 24/05/2012

Stretta di mano di fronte a libri di diritto © istockphoto.com/John Keith

Il nuovo piano dell'UE per migliorare la tutela e la sicurezza dei consumatori offre maggiori informazioni a chi compra e agevola il risarcimento in caso di problemi nell'acquisto.

Le norme europee in materia di tutela dei consumatori sono tra le più avanzate al mondo. Il mercato, tuttavia, diventa sempre più sofisticato, generando prodotti, tattiche commerciali e servizi ancora più complessi.

Per far fronte a questo fenomeno, la Commissione propone di elaborare una strategia più globale in materia di tutela dei consumatori.

I consumi rappresentano attualmente oltre la metà del PIL dell'UE. Il miglioramento del sistema di tutela rafforzerebbe la fiducia dei consumatori, con effetti positivi per la concorrenza e la crescita economica. Nei prossimi 2 anni la strategia per promuovere la fiducia e la crescita DeutschEnglishfrançaisPDF contribuirebbe a:

  • migliorare la sicurezza dei consumatori mediante leggi più severe e sistemi più efficienti di monitoraggio del mercato
  • accrescere le informazioni disponibili per gli acquirenti, come ad esempio quelle riguardanti il costo reale del credito al consumo e la scelta della sede più idonea per presentare reclamo
  • potenziare l'applicazione delle norme e rafforzare le procedure di risarcimento in caso di problemi nell'acquisto
  • allineare i diritti dei consumatori ai cambiamenti della società, adattando ad esempio la normativa all'era digitale, tenendo conto delle esigenze dei consumatori vulnerabili e facilitando la scelta di prodotti e servizi sostenibili.

La strategia punta a rafforzare la tutela e la sicurezza dei consumatori quando acquistano prodotti alimentari, viaggiano, scelgono un fornitore di energia, gestiscono le proprie finanze o fanno acquisti online.

La Commissione ha già proposto 16 misure per il commercio online e i servizi via Internet DeutschEnglishfrançaisPDF al fine di raddoppiare le vendite al dettaglio online entro il 2015. Le misure prevedono una migliore tutela dei consumatori, più informazioni e maggiori possibilità di scelta.

Risolvere le controversie contrattuali

Lo scorso anno sono state presentate alcune proposte English per la risoluzione extragiudiziale delle controversie con i commercianti. Prevedono che tutti i consumatori possano scegliere modalità alternative di risoluzione (ADR), grazie alle quali un conciliatore neutrale potrà proporre una soluzione o mediare fra consumatore e commerciante.

Risolvere le controversie online

Chi acquista un prodotto o un servizio su Internet da un altro paese dell'UE disporrà inoltre di un sistema di risoluzione delle controversie online (ODR), simile a quello sopracitato, ma gestito interamente per via elettronica.

Queste soluzioni integrano gli strumenti che l'UE già offre attualmente ai consumatori per risolvere le dispute transfrontaliere con i commercianti. Tra questi figura ad esempio il procedimento europeo per le controversie di modesta entità, che accelera i tempi e riduce i costi delle controversie il cui importo non superi i 2000 euro. Dal 2013, i consumatori potranno completare online i formulari per i reclami di piccola entità attraverso il portale europeo della giustizia elettronica, risparmiando così tempo e fatica.

Agenda del consumatore europeo - per saperne di più English

I consumatori e l'UE

Chiedi aiuto alla Rete dei centri europei dei consumatori

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili