Percorso di navigazione

Incendi e inondazioni: la risposta dell'UE ai disastri naturali - 27/08/2009

Vigile del fuoco donna impegnato a combattere un incendio forestale © CE

Ogni volta che un paese membro è colpito da un disastro naturale, l'UE interviene per coordinare gli aiuti e finanziare la ricostruzione delle infrastrutture di base.

Mentre molti di noi si godevano l'estate, le inondazioni e gli incendi forestali hanno trasformato le vacanze in un incubo per molti abitanti dell'Europa centrale e dell'area mediterranea.

Alla fine di giugno, le forti e ininterrotte precipitazioni hanno causato gravi inondazioni in Baviera, Austria, Repubblica ceca, Slovacchia, Ungheria e Polonia. Il Danubio e tutti i suoi affluenti hanno rotto gli argini.

Nel contempo Portogallo, Spagna, Francia, Italia e Grecia erano in preda a un altro elemento: il fuoco. Solo la scorsa settimana ben 67 incendi diversi hanno raso al suolo 21 200 ettari in Grecia, distruggendo circa due milioni di alberi e almeno 150 abitazioni.

Grazie al coordinamento degli aiuti da parte dell'UE, Italia, Francia, Spagna e Cipro hanno potuto inviare i loro Canadair nella regione di Atene. Anche la riserva antincendi dell'UE dispone di due velivoli di questo tipo (di stanza in Corsica), disponibili per combattere gli incendi forestali in tutta la regione del Mediterraneo.

L'UE gestisce inoltre un sistema europeo d'informazione sugli incendi forestali English , che fornisce dati satellitari aggiornati sugli incendi in corso, mappe dettagliate delle zone colpite e previsioni fino a sei giorni per garantire l'individuazione precoce dei focolai.

Sebbene i paesi colpiti dalle inondazioni di quest'estate non abbiano richiesto aiuti esterni, in passato sono stati inviati nelle zone alluvionate generatori, imbarcazioni, pompe, impianti di purificazione e attrezzature di emergenza attraverso il meccanismo di protezione civile English dell'UE.

Anche il fondo di solidarietà dell'UE può intervenire per coprire i costi delle principali operazioni di emergenza (ripristino delle infrastrutture, fornitura di alloggi provvisori, tutela del patrimonio culturale, ecc.).

Maggiori informazioni sulla protezione civile europea English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili