Percorso di navigazione

I paesi dell'UE sono invitati a introdurre norme antifumo più severe

La Commissione auspica che sia vietato fumare English nei luoghi pubblici di tutta l'UE entro il 2012.

Attualmente, tutti i paesi europei dispongono di norme volte a proteggere i cittadini dal fumo passivo e dai suoi effetti nocivi, ma queste norme variano notevolmente da un paese all'altro.

Il Regno Unito e l'Irlanda hanno le disposizioni più rigorose e prevedono il divieto assoluto di fumare nei luoghi di lavoro chiusi e nei luoghi pubblici, compresi i ristoranti e i bar. La Bulgaria dovrebbe fare altrettanto nel 2010.

Grecia, Italia, Malta, Svezia, Lettonia, Finlandia, Slovenia, Francia e Paesi Bassi hanno introdotto normative che autorizzano il fumo soltanto in appositi spazi circoscritti.

L'UE propone ora che i 27 paesi membri definiscano regole uniformi per disciplinare più severamente il fumo sul luogo di lavoro e nei luoghi pubblici.

Il fumo passivo è stato chiamato in causa per le malattie cardiache e il cancro ai polmoni e si calcola che, nel 2002, circa 19 000 non fumatori siano morti nell'UE a causa del fumo altrui, inalato a casa o al lavoro.

Il tabacco è la principale causa evitabile di morte nell'UE e provoca circa 650 000 decessi l'anno. Un europeo su tre - circa 170 milioni di persone - consuma tabacco.

Nel quadro della nuova campagna antifumo, l'UE invita gli internauti a caricare i loro video su come si sono liberati dalla dipendenza dal fumo. Centinaia di persone hanno già risposto e le loro creazioni sono visibili sul sito della campagna.

Per una vita senza tabacco

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili