Percorso di navigazione

Sole, mare e sms - 30/06/2009

Disegno di un telefono cellulare che prende il sole in spiaggia ©CE

Basta prezzi da rapina per il roaming nell'UE: meno cari chiamate, sms e navigazione Internet all'estero

Il 1° luglio entrano in vigore le nuove regole dell'UE sul roaming, che abbassano come minimo del 60% il costo dell'uso dei cellulari all'estero.

In coincidenza con l'inizio delle vacanze estive, vengono ridotte le tariffe massime che gli operatori telefonici possono praticare ai clienti europei che usano i loro telefoni cellulari in un altro paese dell'UE, servendosi del "roaming".

Per la prima volta, vi sono dei limiti anche al prezzo degli sms e dei servizi di trasmissione dati. Sono stati inoltre abbassati i massimali già esistenti per le chiamate telefoniche in roaming dall'estero.

Inviare un sms da un altro paese dell'UE costerà al massimo 11 centesimi di euro (o una cifra equivalente nei paesi che non usano l'euro), meno di metà della precedente media di 29 centesimi (molto di più del prezzo di un sms nazionale). Ricevere un sms in un altro paese europeo continuerà a non costare niente.

Per gli altri servizi in roaming (l'invio di e-mail o foto o la navigazione su Internet) sono stati fissati dei massimali ai prezzi all'ingrosso, ossia ai costi che un operatore addebita agli altri.

Il prezzo per megabyte scaricato non potrà essere superiore a 1 euro, mentre finora la media UE all'ingrosso era di 1,68 euro. Il massimale scenderà a 80 cent nel 2010 e a 50 cent nel 2011. Le tariffe indicate sono al netto dell’IVA.

I clienti possono chiedere la disattivazione del roaming quando la bolletta raggiunge i 50 euro o optare per un limite superiore. Si eviteranno così le brutte sorprese come quella del cliente di un operatore tedesco che aveva scaricato un programma televisivo mentre si trovava in Francia e si era visto arrivare una bolletta di 46 000 euro.

Con le nuove regole, inoltre, dopo i primi 30 secondi gli operatori di telefonia mobile devono fatturare le chiamate al secondo, e non più al minuto. Questo dovrebbe ridurre le bollette di oltre il 20%.

L'UE ha limitato i prezzi delle chiamate mobili transfrontaliere per la prima volta nel 2007, dopo essersi resa conto che tali chiamate erano in media quattro volte più care di quelle interne, e che i prezzi erano molto diversi da un paese all'altro.

 

Il sito UE dedicato al roaming English

Sole, mare e sms su Facebook English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili