Percorso di navigazione

Un mare di opportunità - 19/05/2009

Logo della giornata europea del mare ©CE

La giornata europea del mare evidenzia l'importanza dei mari e degli oceani per la vita quotidiana

Sovrasfruttamento delle risorse ittiche, inquinamento, pirateria, cambiamenti del clima costiero e energia eolica offshore sono tra gli argomenti affrontati in una recente conferenza dell'UE sulla politica marittima.

La prestigiosa conferenza DeutschEnglishfrançais ha visto ambientalisti, scienziati, imprenditori e leader politici riunirsi a Roma per tre giorni di lavori. Tra i principali oratori figuravano il presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi e il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso.

Le preoccupazioni emerse dai dibattiti verranno tenute presenti nello sviluppo futuro della politica marittima dell'UE.

La conferenza del 19-20 maggio era solo una delle circa 40 manifestazioni DeutschEnglishfrançais tenutesi nei vari paesi dell'UE in occasione della giornata europea del mare DeutschEnglishfrançais: seminari, mostre, giornate dei "porti aperti" e visite a progetti ambientali.

Dall'anno scorso il 20 maggio è il giorno in cui l'UE ricorda l'importanza del mare per la storia, la cultura e l'economia dell'Europa; si tratta però anche di un'occasione per evidenziare opportunità e sfide per le popolazioni e le imprese che dipendono dal mare.

L'UE ha circa 70 000 km di coste, divisi tra 22 paesi. Le regioni marittime ospitano circa il 40% della popolazione - pari a circa 200 milioni di persone - e generano il 40% circa del prodotto interno lordo dell'UE con attività economiche come i servizi portuali, i trasporti marittimi, la pesca e il turismo.

Molte politiche europee hanno una dimensione marittima, ma fino a poco tempo fa la maggior parte di esse veniva gestita in una prospettiva settoriale. Visto che queste attività sono in crescente concorrenza reciproca sulle coste, è nata l'esigenza di una strategia integrata per assicurare un uso sostenibile delle risorse.

Questa strategia è stata varata nel giugno 2007. Da allora la Commissione ha presentato proposte per incentivare la ricerca marittima, sviluppare i porti, migliorare la gestione dello spazio marittimo e diminuire gli ostacoli ai trasporti via mare.

Sono state preparate anche misure per promuovere l'energia eolica offshore, aiutare le comunità costiere ad adeguarsi al cambiamento climatico e assistere i lavoratori dei trasporti marittimi e della pesca.

Di recente la Commissione ha presentato nuove proposte legislative per combattere la pesca illegale e ha indetto una consultazione su scala europea per una profonda riforma della politica europea della pesca.

 

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili