Percorso di navigazione

Controlli più severi contro i prodotti non sicuri - 17/11/2008

Giocattoli  © CE

UE, USA e Cina annunciano un'azione comune per proteggere i consumatori dai prodotti pericolosi.

Ogni settimana l'UE pubblica un nuovo elenco di prodotti per cui sono stati segnalati problemi di sicurezza English . La maggior parte sono fabbricati in Cina, ma un numero significativo di essi proviene dagli USA e dalla stessa UE.

Queste segnalazioni urgenti ci ricordano che "non dobbiamo mai permettere che i problemi di sicurezza passino in secondo piano nell'elenco delle massime priorità politiche", ha affermato Meglena Kuneva, commissaria per i consumatori English .

Tenendo fede a questo impegno, la commissaria ha inaugurato la settimana internazionale della sicurezza dei prodotti English incontrando Nancy Nord e Wei Chuanzhong, le sue controparti statunitense e cinese.

Nell'incontro, svoltosi a Bruxelles il 17 novembre, è stato raggiunto un accordo per una collaborazione su più fronti: migliorare la tracciabilità dei prodotti, innalzare gli standard di sicurezza dei giocattoli e scambiarsi più informazioni sui prodotti a rischio. UE, USA e Cina prevedono anche azioni comuni per far rispettare le norme, come controlli simultanei dei prodotti venduti sui rispettivi mercati.

Prima dell'incontro a tre, UE e Cina si sono messe d'accordo per intensificare la collaborazione per l'applicazione del loro accordo bilaterale sulla sicurezza dei prodotti. L'accordo riveduto consente alla Cina di accedere al sistema di allerta sanitaria per i prodotti alimentari e gli alimenti per animali.

Si è trattato della prima occasione in cui il problema della sicurezza dei prodotti è stato affrontato insieme da UE, USA e Cina a così alto livello: un chiaro segno della loro determinazione a collaborare strettamente per garantire elevati standard di sicurezza. Il prossimo incontro ad alto livello fra le tre potenze commerciali è previsto nel 2009.

L'anno scorso decine di milioni di giocattoli prodotti in Cina sono stati richiamati perché presentavano rischi sotto il profilo della sicurezza. Circa l'80% dei giocattoli venduti nell'UE proviene dalla Cina.

Più di recente, in tutto il mondo sono stati ritirati o banditi i prodotti lattiero-caseari cinesi dopo che migliaia di bambini cinesi si erano ammalati per aver bevuto latte per l'infanzia contaminato da un prodotto chimico tossico, la melamina. Almeno quattro bambini sono deceduti. Alimenti per animali, dentifrici, pesci e alcuni prodotti farmaceutici hanno anch'essi suscitato allarmi nel recente passato.

Per saperne di più sui diritti dei consumatori

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili