Percorso di navigazione

Il consumo di cannabis si stabilizza dopo la rapida crescita degli anni ‘90 - 30/07/2008

Piante di cannabis coltivate illegalmente in serra

La cannabis diventa meno popolare tra i giovani europei.

Questa tendenza emerge da un rapporto dell'UE sulla cannabis English che mira a diventare un’autorevole pubblicazione di riferimento su una droga che continua ad essere oggetto di controversie. Il rapporto redatto a cura dell'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, English un’agenzia dell’UE, costituisce, con le sue oltre 700 pagine, uno dei più esaurienti studi in materia finora apparsi.

Nei suoi due volumi il libro traccia la storia della cannabis in Europa a partire dal suo uso medicinale nel 19° secolo, prendendo in esame tra l’altro il fenomeno dei “coffee shop” olandesi e la depenalizzazione della droga nel Regno Unito negli anni ‘60. Tra gli argomenti affrontati vi sono le abitudini di consumo, gli effetti sulla salute, il trattamento, l’offerta, la legislazione, ed anche i prezzi in strada e le proprietà.

La cannabis è da parecchio tempo la droga più popolare in Europa, e quasi un quarto degli adulti l’ha provata in un qualche momento della vita. Allo stesso tempo, è stata ed è ancora fonte di controversie e di dibattiti tra politici, scienziati, autorità giudiziarie e di polizia e militanti pro- e anti-droga.

“Il pubblico si trova di fronte ad un flusso continuo di informazioni sulla cannabis, in parte scientificamente fondate, in parte però anche di natura propagandistica e fuorvianti” ha commentato Wolfgang Goetz, direttore dell’Osservatorio.

L’atteggiamento dei paesi dell’UE nei confronti del consumo di cannabis non è uniforme: le leggi e le procedure applicate sono molto diverse e più o meno severe a seconda dei casi. Il nuovo rapporto giunge in un momento in cui cresce la preoccupazione che una “linea morbida” sulla cannabis possa compromettere la lotta contro la criminalità internazionale.

Il consumo di cannabis è aumentato molto rapidamente in Europa negli anni ‘90, ma sembra essersi stabilizzato. In alcuni paesi il consumo non aumenta più o è addirittura in calo, in altri l'incremento è meno netto.

Il rapporto invita a seguire più attentamente l’evolversi della situazione, osservando che il consumo regolare sta diventando più frequente. Circa 3 milioni di europei – l’1% circa degli adulti – consuma cannabis quasi ogni giorno.

L’Osservatorio raccoglie e pubblica informazioni sulle droghe English provenienti da 30 centri nazionali in modo da fornire un quadro d’insieme del problema su scala europea. Fondato nel 1993, ha sede a Lisbona, in Portogallo.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili