Percorso di navigazione

Acqua e sole: attrazioni fatali? - 14/07/2008

Per molti, l'estate significa acqua e sole – ma attenzione a non dimenticare i rischi!

Ogni anno nell’UE si verificano circa 200 000 incidenti in piscina e circa 50 000 incidenti a persone che praticano la navigazione da diporto, l’immersione subacquea e altri sport acquatici. L’annegamento è la seconda causa di morte tra i bambini.

La maggior parte degli incidenti in acqua può essere evitata osservando alcune elementari regole di sicurezza. L’Alleanza europea per la sicurezza dei bambini e l’UE hanno pubblicato nuove linee guida per alberghi, tour operator e gestori di impianti ricreativi che accolgono i turisti. Agli operatori si raccomanda di:

  • verificare che i bacini d’acqua e le attività acquatiche non presentino pericoli, specie per i bambini;
  • mettere a disposizione salvagente e altri dispositivi per tenersi a galla – della misura giusta per tutti;
  • avere personale ben addestrato e un piano d’emergenza pronto.

 

Per stare tranquilli, portatevi dietro la tessera europea di assicurazione malattia

Se quest’estate andate in vacanza in un altro paese dell’UE, non partite senza la tessera europea di assicurazione malattia. Circa 173 milioni di persone se la sono già procurata – il 36% della popolazione dell’UE. La tessera – introdotta quattro anni fa – attesta il vostro diritto a ricevere un’assistenza sanitaria d’emergenza in 31 paesi europei – gli Stati membri dell’UE più la Svizzera, la Norvegia, l’Islanda e il Liechtenstein.

Quasi tutte le persone coperte dal regime pubblico di assicurazione malattia nei paesi di cui sopra hanno diritto a ricevere la tessera, che è gratuita. In Italia, troverete la tessera europea sul retro della vostra tessera sanitaria. Attenzione: la tessera è valida solo nelle strutture sanitarie pubbliche, non in quelle private.

Attenti al sole

Uno degli imperativi dell’estate dovrebbe essere quello di evitare un’eccessiva esposizione al sole. Prima di comprare un prodotto solareEnglish, leggete l’etichetta e verificate che vi offra il grado di protezione di cui avete bisogno.

Scegliete un prodotto che protegga sia dai raggi UVA che da quelli UVB, i due tipi che sono sicuramente dannosi. Tenete presente che i prodotti solari, anche quelli che si proclamano “a schermo totale”, non possono offrire una protezione totale o illimitata. Viceversa, se applicato correttamente, un prodotto con fattore 15-25 può essere altrettanto efficace di uno che vanta un fattore 50 o più alto.

La maggior parte dei prodotti solari in commercio nell’UE reca oggi etichette e pittogrammi di facile comprensione, in linea con le raccomandazioni della Commissione europea.

Ma non contate solo sui prodotti solari: pensate anche ad evitare le ore in cui i raggi sono più forti, copritevi il più possibile e non esponete alla luce diretta del sole neonati e bambini piccoli.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili