Percorso di navigazione

Vite bruciate dall’alcol: l’UE dice basta! - 16/04/2008

Al primo posto nel mondo per il consumo di alcol, l’UE interviene per arrestare un fenomeno, i cui dati mostrano tendenze inquietanti.

Che cosa trasforma una bevuta con gli amici in un consumo eccessivo e pericoloso? Di fronte ai 200 000 morti all’anno causati dall’abuso di alcol in Europa, sembrerebbe che la linea di demarcazione tra un consumo responsabile e un consumo nocivo sfugga ancora a molti. 

Il consumo da parte dei minori e gli incidenti stradali legati all’abuso di alcol (un quarto del totale) sono fattori allarmanti in tutta Europa. Gli sforzi dei singoli paesi per invertire la tendenza nel loro territorio rischiano di essere compromessi dalla pubblicità e dalla possibilità di acquistare alcol in altri paesi.

I giovani sono particolarmente a rischio. In un caso su quattro, la morte dei giovani (15-29 anni) è dovuta ad incidenti legati al consumo di alcol ed un recente sondaggio Englishfrançais rivela che il 19% dei ragazzi tra i 15 e i 24 anni consumano almeno cinque unità alcoliche ogni volta che si ritrovano a bere.

Oltre ad elaborare una strategia per affrontare i problemi legati all'alcol English in tutta Europa, l’UE ha istituito il forum europeo su alcol e salute English (che riunisce 40 imprese e organizzazioni non governative) per contrastare il fenomeno del consumo di alcol tra i minori, sensibilizzare agli effetti dell’abuso di alcol e promuovere pratiche di vendita e di pubblicità responsabili.

Nel suo intervento al forum, la commissaria per la Salute Androulla Vassiliou ha puntato il dito contro la tragedia sociale rappresentata dall’abuso di alcol, che oltre a rovinare la salute e distruggere le prospettive di formazione e di lavoro di tanti ragazzi e ragazze, in molti casi uccide giovani che dovrebbero ancora avere la maggior parte della vita davanti.

Il forum ha definito un elenco di 78 impegni English, tra i quali:

  • insegnare a baristi e commessi come comportarsi con i giovani che cercano di acquistare alcol illegalmente;
  • assicurarsi che i medici informino le donne sui rischi dell’alcol prima e durante una gravidanza;
  • rafforzare il ruolo dei gruppi di auto-aiuto.

Il forum si avvarrà anche della consulenza scientifica di un gruppo di esperti e raccoglierà idee e buone pratiche. Identificherà inoltre i settori in cui si rende necessario elaborare dei progetti e ne garantirà una realizzazione efficace.

Per saperne di più sui danni dell'alcol in Europa DeutschEnglishespañolfrançais

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili