Percorso di navigazione

Allora, cosa fai in concreto per l’ambiente? - 25/03/2008

Donna su un quadriciclo a pedali in una città portoghese

Se le preoccupazioni ambientali sono ben presenti nella mente degli europei, le buone intenzioni fanno ancora fatica a tradursi in comportamenti concreti.

Salvare il pianeta è importante per il 96% degli europei, ma pochi di loro sono disposti ad impegnarsi personalmente per questa causa, modificando il proprio comportamento: è questo il risultato del più recente sondaggio condotto sull’atteggiamento degli europei nei confronti dell'ambiente DeutschEnglishfrançais .

Anche se la maggior parte di noi ammette la necessità di impegnarsi di persona per proteggere l'ambiente, è raro che ci si decida a modificare le proprie abitudini di consumatori. Sono pochi quelli che fanno qualcosa di concreto, come usare meno l’auto o comprare prodotti ecocompatibili al posto di quelli abituali.

Le buone intenzioni abbondano, ma è raro che vengano tradotte in pratica. Sembra invece che gli europei si aspettino che siano i governi a prendere l’iniziativa. I due terzi sono favorevoli a che le decisioni in materia ambientale vengano prese insieme a livello europeo, mentre l’82% è d’accordo che sono necessari provvedimenti legislativi dell'UE. Il messaggio sembra chiaro: rispettare l’ambiente dev’essere un obbligo, non una scelta facoltativa.

Ci sono però molte cose che possiamo fare per dare un contributo in prima persona, diminuendo il nostro impatto ambientale. Per incoraggiarci a farlo, l’UE propone una scelta di siti che offrono consigli per modificare il proprio comportamento.

Dal sondaggio risulta inoltre che la conoscenza dei problemi ambientali varia notevolmente da un paese all'altro. I più informati abitano in prevalenza nell'Europa settentrionale ed occidentale, mentre si considerano meno informati soprattutto gli abitanti dell’Europa meridionale e dei paesi entrati da ultimo nell’UE.

La città croata di Koprivnica English si è conquistata quest’anno un posto di tutto rilievo tra i difensori dell’ambiente aggiudicandosi il premio della settimana europea della mobilità English 2008. Il suo contributo alla protezione dell’ambiente consiste nella promozione degli spostamenti a piedi e in bicicletta, nella restituzione di una parte della rete stradale al traffico non motorizzato e nel maggior uso di carburanti alternativi nei trasporti pubblici.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili