Percorso di navigazione

Navigazione in Internet più sicura per i nostri ragazzi - 28/02/2008

Due bambini davanti ad un computer

Siti di socializzazione, chat room, giochi on-line: altrettante occasioni per socializzare. Ma quando si tratta di minori c'è da chiedersi: con chi stanno socializzando?

Il nuovo programma dell'UE per un Internet più sicuro English si spinge al di là delle tutele già esistenti English: oltre a lottare contro i contenuti illegali, intende anche contrastare il bullismo on-line e l’adescamento in rete di minori.

"L'Unione europea ha già ampiamente contribuito in passato a fare di Internet un luogo più sicuro per i minori, ma resta ancora molto da fare", ha spiegato Viviane Reding, commissario europeo per la Società dell'informazione. Con il nuovo programma, l'Europa si pone in prima linea nella tutela dei minori contro gli abusi on-line.

Per rispecchiare l'uso che viene realmente fatto di Internet e dei telefoni cellulari da parte dei giovani, le proposte tengono conto delle raccomandazioni formulate dagli stessi ragazzi in occasione del Forum della gioventù, organizzato dalla Commissione europea per il Safer Internet Day 2008 English.

Dotato di un bilancio di 55 milioni di euro, il programma proposto intende:

§ agevolare la segnalazione di contenuti illeciti e di comportamenti dannosi, in particolare di materiale pedopornografico e di manipolazioni psicologiche sui minori a scopi sessuali

§ coinvolgere i minori nella creazione di un ambiente on-line più sicuro, in particolare attraverso gruppi di giovani

§ incoraggiate le iniziative di autoregolazione da parte delle imprese

§ riunire i ricercatori attivi nel campo della sicurezza dei minori on-line a livello europeo, per consentire lo scambio di informazioni e la creazione di una base di conoscenze comune.

Ma tutto ciò è realmente necessario? I giovani sottovalutano realmente i rischi che corrono? Da un'approfondita indagine English condotta nel 2007 è emerso che, se è vero che i ragazzi usano Internet e la telefonia mobile in modo creativo e sono consapevoli delle precauzioni che devono adottare, gran parte di essi, per loro stessa ammissione, si espongono a rischi. Alcuni hanno riconosciuto di aver subito richieste insistenti e di essere entrati in contatto con sconosciuti.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili