Percorso di navigazione

Immagine astratta di una rete © iStock/Andrey Prokhorov

L'UE investirà 50 miliardi di euro nelle infrastrutture: per collegare l'Europa, rilanciare la competitività e creare occupazione.

Per il futuro dell'economia europea sono essenziali reti intelligenti, sostenibili e interconnesse nel settore dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni digitali.

La crisi finanziaria ha però ridotto il flusso di finanziamenti pubblici e privati a favore dei progetti infrastrutturali.

La Commissione propone pertanto un nuovo piano di finanziamento English per accelerare gli investimenti a lungo termine in strade, ferrovie, reti energetiche, gasdotti, oleodotti e reti a banda larga ad alta velocità.

Il fondo di 50 miliardi di euro sarà usato per incoraggiare gli investitori del settore pubblico e privato a finanziare questi progetti, alcuni dei quali non potrebbero altrimenti essere realizzati. Inoltre, promuoverà modalità di trasporto più pulite e fonti energetiche rinnovabili, coerentemente con la strategia Europa 2020, il piano dell'UE per la crescita e l'occupazione.

31,7 miliardi per migliorare i trasporti

Storicamente, i sistemi di trasporto europei si sono sviluppati come reti distinte nazionali. L'UE svolge un ruolo importante nel favorire la cooperazione fra paesi diversi quando si tratta di progettare, gestire e finanziare collegamenti transfrontalieri.

I fondi andranno a favore di progetti infrastrutturali che agevolano gli spostamenti delle persone e gli scambi commerciali, soprattutto fra est e ovest. L'accento sarà posto in particolare su soluzioni ecologiche e sostenibili.

Per saperne di più sulla politica dei trasporti English

9,1 miliardi per collegare le reti energetiche

I finanziamenti sono destinati alla realizzazione di nuove connessioni fra i paesi dell'UE per agevolare il trasferimento di energia prodotta con fonti sia tradizionali che rinnovabili.

Un'infrastruttura transeuropea più efficiente migliorerà la sicurezza dell'approvvigionamento a prezzi accettabili e allo stesso tempo aiuterà l'UE a conseguire gli obiettivi fissati per contrastare i cambiamenti climatici.

Per saperne di più sulla politica energetica English

9,2 miliardi per le reti digitali ad alta velocità

Gli investimenti si concentreranno sulla realizzazione di reti a banda larga e servizi digitali su scala europea. Secondo la Commissione, i finanziamenti dell'UE potrebbe attirare da altre fonti risorse per un totale di 50 miliardi di euro.

Saranno erogate anche sovvenzioni per costruire le infrastrutture necessarie per favorire la creazione di servizi digitali in vari ambiti: identificazione, appalti, assistenza sanitaria, giustizia e dogane. I fondi garantiranno l'interoperabilità e copriranno i costi di interconnessione dei servizi nazionali.

Per saperne di più sulla politica digitale English

Le prossime tappe

Il fondo, che per mobilitare più risorse userà strumenti di mercato innovativi, fra cui garanzie e obbligazioni per il finanziamento di progetti, farà parte delle proposte di bilancio DeutschEnglishfrançais dell'UE per il periodo 2014-2020.

Ora la proposta deve essere approvata dai governi nazionali e dal Parlamento europeo.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili