Percorso di navigazione

Un invito ad agire per aiutare i disoccupati e l'occupazione - 20/06/2013

Cinque giovani con un foglio con un punto interrogativo © iStockphoto

La Commissione esorta i leader dell'UE a concordare misure pratiche per combattere la disoccupazione giovanile e creare un contesto favorevole per le piccole imprese.

Sia i giovani che le piccole imprese sono il motore della crescita economica, ed è per questo motivo che le loro esigenze saranno al centro dell'incontro dei leader dell’UE previsto a Bruxelles per il 27 e 28 giugno. Le proposte della Commissione vengono ora inviate ai singoli leader dell'UE e ai membri del Parlamento europeo.

Quasi 6 milioni di under 25 sono attualmente senza lavoro in Europa. In alcuni paesi, più della metà dei giovani che vogliono lavorare sono disoccupati.

L'invito della Commissione a intervenire contro la disoccupazione giovanile DeutschEnglishfrançais introduce nuove idee su come dare lavoro ai giovani e sollecita i governi nazionali ad attuare rapidamente i programmi già approvati, tra cui l'iniziativa Garanzia per i giovani DeutschEnglishfrançais .

Approvata dai ministri in aprile, quest'ultima prevede che a tutti i giovani venga offerta un'occupazione dignitosa, una possibilità di apprendistato o tirocinio o un'ulteriore formazione di qualità nei quattro mesi successivi al termine degli studi scolastici o alla perdita di un impiego.

La Commissione chiede inoltre alle regioni con un tasso di disoccupazione giovanile superiore al 25% di presentare piani che definiscano in dettaglio come verrà attuata l’iniziativa, quali saranno le parti coinvolte, chi la finanzierà e come verranno effettuati i controlli.

Per molte regioni sarebbe più facile attuare l'iniziativa se i 6 miliardi di euro stanziati per la lotta contro la disoccupazione giovanile fossero immediatamente disponibili (come propone la Commissione), anziché essere ripartiti sul prossimo periodo settennale di finanziamento dell'UE.

Il portale europeo della mobilità professionale (EURES) già aiuta chi desidera lavorare in un altro paese dell'UE mediante la pubblicazione di offerte di lavoro e consentendo a chi cerca un impiego di caricare il proprio CV. L'iniziativa Il tuo primo lavoro EURES fornirebbe il sostegno supplementare necessario per i giovani che vogliono trasferirsi all'estero per cercare lavoro mediante finanziamenti per corsi di lingue, altri tipi di formazione e le spese di viaggio. Il sistema viene attualmente sperimentato in sei paesi.

Iniziative come questa sarebbero ovviamente più efficaci se ci fossero più offerte di lavoro. Creare le condizioni per permettere alle piccole imprese di prosperare è uno dei modi per generare occupazione. Attualmente queste rappresentano infatti circa due terzi delle possibilità di impiego nel settore privato.

Nel 2012 la Commissione ha invitato le piccole imprese ad individuare le leggi dell'UE che considerano più complesse. Molte di quelle che figurano nella top 10 delle normative più gravose DeutschEnglishfrançais sono già state migliorate: le piccole imprese hanno oggi un accesso più agevole agli appalti pubblici e i requisiti in materia di sicurezza dei prodotti sono stati semplificati.

La Commissione si augura che l'accordo tra i leader dell'UE su questi aspetti possa dare un nuovo slancio all'Europa nel suo tentativo di rilancio dell'economia.

Per saperne di più sulla disoccupazione giovanile

Per saperne di più sulle piccole imprese in Europa DeutschEnglishfrançais

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili