Percorso di navigazione

Un'estate sotto tono - 27/07/2009

Donne che spingono un carrello in una fabbrica ©Reporters

Sondaggio: europei preoccupati per il futuro dell'occupazione.

Un europeo su tre si dice "molto preoccupato" per la possibilità di perdere il posto di lavoro e un numero ancora maggiore di persone teme che la disoccupazione possa colpire la propria famiglia.

I risultati del sondaggio UE English (en) français (fr) condotto a giugno non sorprendono. L'Europa sta faticando per uscire dalla più grave recessione del dopoguerra, con una prospettiva di contrazione dell'economia nel 2009 stimata al 4%. Le misure monetarie e finanziarie anti-recessione dovrebbero dare i loro frutti nel 2010, ma non prima che siano stati persi circa 8,5 milioni di posti di lavoro.

"È comprendibile che gli europei siano preoccupati per l'impatto della crisi sul loro lavoro e le loro famiglie," ha dichiarato il commissario europeo per l'occupazione Vladimír Špidla. "Siamo quindi intervenuti a livello europeo sin dall'inizio della crisi per limitarne l'impatto sull'occupazione.”

Špidla ha inoltre citato la proposta dell'UE di introdurre un sistema di microcrediti: piccoli prestiti per aiutare le persone ad avviare un'attività autonoma o ad ampliare un'impresa esistente.

La Commissione intende anche erogare immediatamente maggiori finanziamenti per la formazione professionale ed estendere il campo di applicazione del fondo che aiuta i lavoratori a riciclarsi per far fronte agli effetti della globalizzazione.

Alla domanda sul loro parere riguardo a tali misure, 7 europei su 10 hanno risposto che stanno avendo un impatto positivo. Un terzo di essi approva l'aumento dei finanziamenti UE per la creazione di occupazione.

Lo scorso anno almeno 4 milioni di persone hanno perso il posto di lavoro e il tasso di disoccupazione cresce soprattutto tra i giovani. Secondo i dati dell'istituto statistico dell'UE, il tasso di disoccupazione tra gli under-25 DeutschEnglishfrançais ha raggiunto il 18% nel primo trimestre del 2009, ossia oltre la metà del tasso globale.

Per aiutare i giovani ad entrare nel mercato del lavoro, la Commissione europea vuole convincere le imprese dell'UE ad offrire altri 5 milioni di posti ad apprendisti e tirocinanti.

Azione dell'UE per combattere la recessione

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili