Percorso di navigazione

Le prossime fasi di un'Unione economica più stretta - 21/03/2013

Puzzle della bandiera europea con un pezzo mancante, da cui passano dei raggi di luce. © iStock/Eduard Härkönen

Le proposte iniziali puntano a definire un quadro per una maggiore integrazione delle politiche economiche e monetarie dell'UE.

Fin dall'inizio della crisi dell'euro, l'UE ha adottato misure per dare risposte adeguate alle principali sfide economiche e per sostenere gli sforzi volti a stimolare la crescita e l'occupazione.

Nell'ottobre 2012 i leader dell'UE hanno deciso che era necessario intensificare ulteriormente i legami economici tra i paesi dell'UE per beneficiare appieno delle riforme. Hanno quindi sollecitato proposte in vista della creazione di un'Unione bancaria, di un'Unione economica e di bilancio e di un'Unione politica.

La Commissione ha risposto presentando un piano DeutschEnglishfrançaisportuguês per la loro realizzazione e proponendo misure iniziali English in linea con questo piano.

Una proposta presenta le opzioni su come strutturare a livello europeo le discussioni English su una più stretta Unione economica e monetaria. Le discussioni dovrebbero valutare i possibili effetti delle riforme sulle economie nazionali e consentire ai paesi di adottare per tempo misure appropriate.

Una seconda proposta richiede ai paesi dell'UE di procedere a riforme specifiche English attraverso accordi contrattuali tra loro e la Commissione. La proposta autorizza anche il sostegno finanziario dell'UE per aiutare i governi ad introdurre tali riforme. I fondi potrebbero, ad esempio, venire utilizzati per la formazione professionale.

Coordinamento efficace

Le due proposte definiscono il processo e le varie fasi che devono condurre ad un'"Unione approfondita". Come delineato nel piano, esse contribuirebbero ad assicurare risposte coordinate e più efficaci ai problemi economici che interessano l'intera UE.

Nei prossimi cinque anni i paesi dell'UE dovrebbero coordinare le loro politiche in materia di fiscalità e occupazione. I paesi sotto pressione della zona euro avrebbero accesso ad un bilancio comune, affiancato da un fondo di rimborso che li aiuterà a riportare gli ingenti debiti pubblici a livelli sostenibili.

Dopo cinque anni, l'UE potrebbe avanzare ulteriormente verso una piena Unione bancaria, economica e di bilancio, cui farebbe seguito l'Unione politica. Queste ultime fasi richiederebbero delle modifiche dei trattati UE e una maggiore responsabilità democratica.

Il piano prevede inoltre che i paesi dell'UE attuino riforme già concordate (o in programma) per una migliore governance economica e di bilancio. Sono poi chiamati ad approvare il bilancio dell'UE per il 2014-2020 DeutschEnglishfrançais . Dopodiché, si dovrà creare un bilancio separato destinato ad aiutare i paesi dell'UE a completare le riforme economiche.

Per saperne di più su una governance economica più stretta English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili