Percorso di navigazione

Proteggere i cittadini dai fallimenti bancari - 06/06/2012

Frontone di un edificio con la scritta “bank” © istock/ilbusca

Il piano per una strategia UE coordinata introdurrebbe norme comuni per intervenire quando una banca è in crisi ed eviterebbe il salvataggio a spese del contribuente.

La crisi finanziaria mondiale ha dimostrato che un problema con una banca può diffondersi rapidamente al resto dell'economia e ad altri paesi e che nei paesi UE mancano norme efficaci per aiutarli a gestire adeguatamente le banche in difficoltà.

In molti casi i governi europei hanno dovuto spendere i soldi dei contribuenti per salvare gli istituti più grandi ed evitare danni a milioni di clienti e al sistema finanziario.

Per colmare questa lacuna, la Commissione propone un quadro comune di norme per aiutare i paesi UE e gli organi nazionali di regolamentazione a rispondere in maniera rapida ed efficace a una crisi bancaria.

Le misure proposte contribuirebbero anche a ridurre il potenziale impatto del fallimento di una banca sulla stabilità dei mercati finanziari e ad arginare il costo sostenuto dal contribuente in caso di salvataggio.

La competenza e i costi della ristrutturazione verrebbero trasferiti sugli azionisti e creditori della banca e sugli eventuali responsabili della cattiva gestione. Inoltre, le misure English :

  • conferirebbero ampi poteri alle autorità pubbliche per evitare il fallimento delle banche, intervenire tempestivamente e risolvere i problemi
  • imporrebbero a tutte le grandi banche di elaborare piani di recupero – spetterà alle autorità pubbliche descrivere le misure predisposte per intervenire e gestire una banca in difficoltà
  • innescherebbero una risposta immediata se le riserve di capitale dovessero scendere al di sotto di una determinata soglia – la banca dovrebbe intervenire per ripristinare le sue finanze, avviare le riforme necessarie e ristrutturare il proprio debito, se necessario
  • permetterebbero alle autorità nazionali di assumere il controllo di una banca in crisi se l'intervento preventivo non dovesse funzionare, autorizzandole ad esempio a vendere l'intera banca o parte di essa
  • aiuterebbero le autorità nazionali a collaborare in maniera più efficiente quando si tratta di intervenire per una banca transfrontaliera in crisi e conferirebbero all'Autorità bancaria europea un ruolo determinante.

Le misure fanno parte di una serie di riforme DeutschEnglishfrançais che l'UE sta introducendo per migliorare la regolamentazione dei suoi mercati finanziari e proteggere i titolari di depositi.

Per saperne di più sulla gestione delle crisi nel settore bancario DeutschEnglishfrançais

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili