Percorso di navigazione

Adottata la strategia Europa 2020 - 26/03/2010

La sede del Consiglio a Bruxelles © UE

I leader europei rafforzano la cooperazione in materia di politica economica per rilanciare la crescita nel prossimo decennio.

La decisione è stata presa a Bruxelles in occasione dei primi colloqui ufficiali sulla "strategia Europa 2020", annunciata dalla Commissione lo scorso mese.

In una dichiarazione congiunta, i rappresentanti dei paesi membri hanno approvato gran parte del piano proposto, compreso un maggiore coordinamento delle politiche economiche nazionali ed europee, aggiungendo che occorre una maggiore cooperazione economica per uscire dalla crisi finanziaria e affrontare le sfide di lungo termine quali la globalizzazione, i cambiamenti climatici e l'invecchiamento demografico.

Sono inoltre stati approvati tre obiettivi quantitativi riguardanti il rilancio dell'occupazione, l'aumento della spesa per ricerca e sviluppo e il rispetto degli impegni in campo ambientale. Gli altri due obiettivi proposti dalla Commissione (accrescere i livelli di istruzione e promuovere l'integrazione sociale) verranno definiti in maggior dettaglio al vertice di giugno.

Seguendo le raccomandazioni della Commissione, i partecipanti al summit hanno concordato di suddividere gli obiettivi europei in una serie di obiettivi nazionali differenziati, diversamente da quanto era accaduto con la precedente strategia economica decennale dell'UE. La Commissione contribuirà al dibattito sugli obiettivi nazionali, lasciando la parola finale ai singoli governi.

I leader europei si sono impegnati a rivedere i dati a giugno per valutare se intervenire a livello dell'UE e colmare gli eventuali divari tra gli obiettivi europei e l'insieme degli obiettivi nazionali.

I governi dei paesi membri saranno inoltre chiamati a presentare piani dettagliati su come intendono raggiungere tali obiettivi. Questi "programmi di riforma nazionali" dovranno anche affrontare i principali ostacoli alla crescita economica. I risultati conseguiti saranno controllati mediante relazioni annuali pubblicate a livello dell'UE.

In seguito alla decisione dei paesi dell'area dell'euro di venire in soccorso della Grecia, il Consiglio ha incaricato la Commissione di presentare delle proposte a giugno su come migliorare il coordinamento tra gli Stati che hanno adottato la moneta unica. Negli ultimi mesi l'euro ha perso valore per i timori suscitati dall'ingente debito pubblico della Grecia e di altri paesi.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili